Presepe Vivente

Durante il programma festivo denominato ‘Caldo Natale’, un gruppo medio – giovane ha inscenato il ‘Presepe Vivente’, natività di Nostro Signore. Il tutto è partorito dall’idea di un giovane sempre presente nelle attività ricreative di Rocca Imperiale, il cui nome è Rocco Pirrone. Lo stesso Pirrone si è adoperato anche per l’organizzazione. Dal mese di ottobre, ogni mercoledì, gli attori e le comparse si sono riuniti per provare ciò che sarebbe stato recitato dal vivo la sera del 26 dicembre.

Sotto la regia dell’espertissima Anna Oriolo che ha curato anche i dialoghi, il motivato entourage ha iniziato l’avventura sotto i buoni auspici. I primi tempi, le prove venivano effettuate nell’oratorio dietro la ‘Chiesa Madre’ nel centro storico rocchese. Verso metà novembre fino agli ultimi giorni prima del fatidico debutto, gli attori hanno provato le varie scene nel paese, partendo dal maestoso castello di ‘Federico II’, proseguendo all’interno per poi finire la scena madre, ovvero la nascita del bambin Gesù davanti alla ‘Chiesa Madre’.

Durante le prove e nel giorno del debutto, gli attori come le comparse sono stati seguiti da Francesco Dalemmo e Damiano Pipino per un book fotografico. Il fatidico giorno è arrivato, siamo al 26 dicembre (S. Stefano) alle ore 19.00 inizia davanti a un pubblico dalle grandi occasioni, la rappresentazione vivente della natività di Nostro Signore. A far da compagnia ad attori, comparse e pubblico anche un forte vento gelido, che nonostante tutto non ha impensierito più di tanto. A fine recita, la gente si è complimentata per il gran successo ottenuto da tutti. Il tutto è stato dovuto alla bravura e tenacia di tutti, nessuno escluso.

Adesso andremo a conoscere tutti i protagonisti di questa meravigliosa rappresentazione, partendo nuovamente da chi ha voluto tutto questo, Rocco Pirrone, per proseguire con Anna Oriolo, brava in tutto dalla regia ai dialoghi, ai due fotografi Francesco e Damiano. Attori protagonisti: Giuseppe Catapano nel ruolo di Giuseppe sposo di Maria; Marta Guerra nel ruolo di Maria; il piccolo Armando Di Diego nel ruolo del piccolo bambin Gesù (un ringraziamento speciale va ai genitori, Nicola e Chiara); Giuseppe Mammano nel ruolo dell’Arcangelo Gabriele; Carmela Dalemmo nel ruolo di Elisabetta; Mariangela Acinapura nel ruolo di Anna (madre di Maria); Filippo Faraldi nel doppio ruolo di Gioacchino (padre di Maria) e Baldassarre (1° Re Magio); Settimio Vitale nel doppio ruolo di Zaccaria e Melchiorre (3° Re Magio); Giuseppe Guida nel ruolo di Gaspare (2° Re Magio); Francesco Battafarano nel doppio ruolo di banditore e primo locandiere; Veronica Troilo nel doppio ruolo di cameriera e lavandaia; Simona Mero nel ruolo di seconda locandiera; Aurora Vacarasu nel ruolo di terza locandiera; Rosetta Gallo nel ruolo di quarta locandiera; Teresa Giannattasio è la voce del Profeta; Giuseppe Corizzo è la voce del Narratore.

Arriviamo alle comparse, Antonio Faraldi, Elisa Fatima e Francesco De Marco sono gli angioletti in adorazione nella capanna; Antonio Manolio è il pastorello; Francesco Oriolo è il fabbro; Settimio Oriolo è il calzolaio; Nicola Grieco è il muratore; Giovanni Cofone è il falegname; la gente per le vie di Betlemme: Cristian Troncellito, Dina Truncellito, Francesca Stigliano, Maria Catapano, Domenica Donadio, Antonio Troilo, Grazie e Pia Pisilli, Francesca e Vincenzo Bonavita, Alessia e Lorena Troilo, Francesca Cofone, Giuseppe Le Rose, Maria Carmela Bellino e Giuseppe Rusciani (zampognaro).

Dulcis in fundo, un ringraziamento va anche allo staff tecnico per essersi adoperato per le vie del ‘Centro Storico’ e non solo: Samuele Guerra, Vincenzo Battifarano, Domenico Acinapura, Giovanni La Sala, Giovanni Di Leo e Antonio Martino.