L’Osservatorio Turistico Regionale della Puglia ha pubblicato i dati sul turismo nel 2018. Da questi emerge limpida una crescita di arrivi e presenze italiani e stranieri nella Regione. In questo report sono state pubblicate anche le top 15 destinazioni per numero di presenze e arrivi con Vieste, sul Gargano, che conquista il primo posto. Tuttavia, tra le migliori destinazioni dell’anno scorso mancano le città della provincia Barletta-Andria-Trani.

I dati per la Puglia turistica

Prima di tutto nel 2018 il PIL turistico pugliese è aumentato del +5,5% rispetto all’anno precedente. Inoltre, sempre nel 2018 sono stati registrati complessivamente 4 milioni di arrivi, segnando un aumento del 3,7% rispetto al 2017, e 1 milioni provenienti dall’estero. In particolare, gli stranieri giunti in Puglia giungono principalmente da Germania, Francia, Regno Unito, Svizzera e Paesi Bassi. Il turismo internazionale, inoltre, è favorito anche dalla destagionalizzazione. Infatti, se gli italiani giungono in Puglia principalmente nei mesi di luglio e agosto, gli stranieri arrivano nel tacco d’Italia a febbraio, marzo, aprile, maggio e settembre. Questi dati confermano che la Puglia attrae non soltanto per il mare e le sue spiagge! Inoltre, dal 2015 al 2018 per il turismo internazionale si è registrato un aumento del 41,8% di arrivi e del 32,5% di presenze.

Dall’Italia, invece, sono giunti 3 milioni di turisti principalmente dalla stessa Puglia e da altre regioni come Lombardia, Campania, Lazio e Emilia Romagna. Ovviamente, come si può ben immaginare, questo ha comportato anche ingenti introiti economici. Infatti, le strutture ricettive hanno registrato un aumento del 7%.

Le top 15 destinazioni

L’Osservatorio Turistico regionale pugliese ha elaborato anche una classifica delle principali 15 destinazioni per numero di presenze e di arrivi nel 2018. Al primo posto svetta Vieste con 1,9 milioni di presenze, seguita da Bari, seconda per presenze, ma prima per gli arrivi. Il sindaco della città, Antonio Decaro, ha commentato così: «Questo risultato non è merito del sindaco. È merito della città, tutta: operatori turistici, strutture ricettive, ristoratori, tassisti, operatori culturali, istituzioni e cittadini. Un lavoro collettivo che dobbiamo continuare e migliorare perché il turismo porta in città risorse economiche, sviluppo e opportunità di lavoro per tanti baresi».

Continuando nella classifica ci sono città come Ugento, Otranto e Lecce. Ci sono anche destinazioni della provincia di Brindisi come Fasano al sesto posto e di Taranto come Castellaneta. Purtroppo, però, nella classifica non è menzionata alcuna città della BAT, nonostante la sesta provincia abbia città rinomate come Trani. Questo dato dimostra, quindi, gli ottimi risultati raggiunti in gran parte della Regione, ma anche quanta strada ancora c’è da percorrere per alcune realtà.