La Lega tenta la strada del Parlamento per far sostenere al governo, anche economicamente, la candidatura di Milano e Cortina alle Olimpiadi 2026.

Nei giorni scorsi la Lega ha depositato a Palazzo Madama una proposta di legge firmata dai suoi senatori per chiedere all’esecutivo un aiuto economico a Lombardia e Veneto in modo da costruire “un lavoro di squadra tra soggetti istituzionali e partner privati”.

La richiesta è quella di attribuire “al Fondo per gli interventi sportivi di rilevanza internazionale del Bilancio di previsione della Presidenza del Consiglio dei Ministri un contributo pari a 20 milioni di euro annui dal 2019 al 2022 e di 75 milioni di euro annui dal 2023 al 2026”. La strada del Parlamento farebbe emergere le posizioni delle forze politiche.

A favore di uno stanziamento del governo Conte oltre alla Lega ci sono FI, FdI, PD e LeU. A quel punto il M5S dovrebbe abbandonare la propria posizione ‘neutra’ e schierarsi per evitare l’isolamento, spiega un rappresentante della Lega, il quale invita a dare segnali concreti intervenendo con velocità.

Il sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega allo sport, Giorgetti, si dice “fiducioso” sull’intesa all’interno del governo. Secondo quanto riferiscono fonti del M5S, non ci sarebbe una chiusura netta da parte dei pentastellati sull’eventualita’ di un supporto economico, ma la linea per ora è quella di aspettare l’analisi costi-benefici commissionata all’università ‘La Sapienza’ di Roma.

Dunque, le due forze politiche che hanno contratto il programma di governo stanno discutendo; anche sullo strumento da utilizzare. La strada dovrebbe essere quella di un fondo ad hoc per l’ammodernamento delle strutture.