Partito Democratico, now loading

0
73
Loading Partito Democratico

Il regolamento che fissa la data per il congresso è stato approvato dalla direzione nazionale del Partito Democratico.

Stavolta le primarie del principale partito di opposizione si terranno il 3 marzo 2019.

Il regolamento approvato dalla Direzione Nazionale del PD prevede anche che venga pagato un contributo di euro 2,00 poco prima – o subito dopo – la votazione che si terrà il 3 marzo.

Per votare la prassi rimane invariata: basterà presentarsi al seggio con un documento di identità. Sarà, quindi, inutile portarsi dietro la tessera elettorale, in quanto si tratterà di elezioni interne ad uno stesso partito (e non di elezioni politiche, comunali, regionali o europee).

Nicola Zingaretti aveva proposto l’abolizione del contributo di euro 2,00 ma, a quanto pare, la proposta ha avuto esito negativo.

Approvata la data per le primarie, la Direzione ha approvato anche tutte le fasi congressuali che dovranno esserci nei prossimi giorni e nei mesi a venire.

Dopo il 3 marzo (il giorno delle primarie, ndr), un altro evento rilevante per i simpatizzanti DEM si terrà il 17 marzo, quando si svolgerà l’Assemblea Nazionale. Verrà proclamato segretario del Partito Democratico il candidato che avrà ottenuto la maggioranza assoluta dei voti.

Con M5S e Lega al governo, il Partito Democratico si conferma più che mai un partito debole, diviso e frammentato. Questa frammentazione è dovuta principalmente all’anima storica della sinistra (e del centro-sinistra) italiana, sebbene oggi molti considerino il Partito Democratico un partito più di “centro” che di “centro-sinistra”.

La solita chiacchiera da bar vedrebbe il PD come un partito a prevalenza democristiana… ma si dovrebbe ricordare – a questi signori esperti o presunti tali – da dove è nato il partito in questione e da quali ideali politici questo sia formato.

Il ruolo di un qualunque partito politico che si trovi all’opposizione è propriamente quello di vigilare sull’operato del governo in carica e, <<sì, caro Partito Democratico, tu lo stai facendo, ma sei ancora in fase di caricamento>>.

CONDIVIDI
Articolo precedenteI costi e i tempi della TAV al vaglio del Governo
Prossimo articoloManovra: Bruxelles spinge ad ulteriori sforzi
mm
Nato a Empoli (Fi), il 4 gennaio 1989. Diplomato al liceo classico-linguistico, laureando in scienze politiche, relazioni internazionali. Dopo una lunga esperienza come attivista politico, guida un partito politico giovanile a livello locale. Si dedica all’attività di articolista per svariati clienti e su svariati argomenti. Giornalista aspirante pubblicista. Appassionato e studioso di politica interna ed internazionale (e di tutto ciò che la concerne), sistemi politici, partiti politici, sistemi elettorali, relazioni internazionali, diritto internazionale e costituzionale, e molto altro.