Sul piano economico arrivano notizie confortanti da Bruxelles, infatti il Commissario agli Affari Economici, Pierre Moscovici, ha l’intenzione di concedere la flessibilità massima all’Italia a patto che il governo accetti di fare uno sforzo supplementare per modificare la manovra e rientrare nelle regole europee.

Su questa strada i lavori stanno procedendo in maniera incisiva e pare che i primi risultati non tarderanno ad arrivare visto il cordiale dialogo che Bruxelles ha intrapreso con l’Italia. Il governo italiano ha iniziato a presentare delle misure che permettono di ridurre il deficit previsto e soprattutto il debito italiano che pericolosamente è al 131%.

Dunque per Bruxelles, l’Italia è sulla buona strada ma secondo il commissario bisogna continuare a progredire per ottenere tutto quello che permette il Patto di Stabilita’ e Crescita. Il commissario agli Affari Economici, Pierre Moscovici, quindi è pronto a concedere la flessibilita’ massima all’Italia, ma il governo deve fare uno sforzo supplementare” per modificare la manovra e rientrare nelle regole europee.

Ma attenzione. Questa trattativa non può ignorare quelle regole che mettono l’Italia daLle manovre supplementari, di conseguenza il governo dovrebbe rivedere alcuni aspetti tanto decantati in campagna elettorale modificando, per giunta, determinati costi che ricadrebbero sulla testa dei contribuenti.