Non sarà una festa ma un meeting di approfondimento per rivendicare il via libera al Reddito di Cittadinanza. Una scenografia dai colori giallo e blu, un modello importato dalla Silicon Valley con maxischermi e slide. E ancora, un video per ricordare Gianroberto Casaleggio, cofondatore di M5S, scomparso il 12 aprile del 2016, in passato sempre in prima linea in questa battaglia storica dei pentastellati. Oggi il M5S si ritroveranno per spiegare, ad una platea mirata di giornalisti, studiosi e opinion leader, i dettagli della misura approvata giovedì scorso in Consiglio dei Ministri nel cosiddetto Decretone. Un evento che avrà come tema la connessione tra persone, cittadini e lavoro con un allestimento scenografico che rappresenterà dei satelliti che si intrecciano. La R di Reddito e la C di cittadinanza a significare il lavoro e il lavoratore che si incontrano.

Parleranno i leader del M5S: Luigi Di Maio, Beppe Grillo, Davide Casaleggio e Giuseppe Conte (che è atteso anche alla scuola ufficiale dei carabinieri). Ma nella scaletta sono previsti anche gli interventi di Pasquale Tridico, consigliere economico di Di Maio impegnato nella stesura del Reddito, oltre ai due capigruppo 5Stelle, Francesco D’Uva e Stefano Patuanelli. Con ogni probabilità ci sarà anche Alessandro Di Battista e saranno presenti tutti i ministri M5S oltre ai parlamentari e ai sindaci. Il reddito di cittadinanza, battaglia storica del Movimento, sarà al centro dell’evento organizzato a Roma al ‘Nazionale Spazio Eventi’ in via Palermo, ma ci sarà spazio anche per la presentazione di Quota 100.

“Sarà un’occasione importante – sottolinea Di Maio – per poter illustrare i punti fondamentali del provvedimento e gli effetti positivi che avranno sulla vita dei cittadini italiani e sulla nostra società, sui lavoratori e sulle imprese, su un paese che, mai come oggi, ha bisogno di misure improntate alla crescita, al rilancio del mondo del lavoro e al ricambio generazionale”. La soddisfazione tra i 5Stelle è palpabile. “Tutti ci avevano detto che non saremmo mai riusciti a portare a termine la legge sul reddito e noi ce l’abbiamo fatta. Il che significa che tutto è possibile, che possiamo realizzare ogni punto scritto nel contratto di governo” – osserva un esponente del Direttivo del Movimento.

Del resto il reddito di cittadinanza è stata una battaglia che ha contraddistinto M5S sin dalle origini, marchio identificativo di numerose iniziative sul territorio come la marcia 5 Stelle da Perugia ad Assisi. Oggi il Blog delle stelle ricorda Gianroberto Casaleggio quando, tra le altre cose, faceva appello a tutte le forze politiche di sostenere questa misura che non è del Movimento 5 Stelle ma è patrimonio del Paese intero. Per chiudere con una sua citazione: “In questi giorni così importanti per il Movimento 5 Stelle e per l’Italia, il mio pensiero va a chi ha reso possibile tutto ciò ricordandoci sempre che: “E’ difficile vincere con chi non si arrende mai!”.