Generazioni a confronto, con l’arte a fare da ponte tra passato e
futuro.

L’Associazione per i Diritti degli Anziani (ADA) di Venezia e la Uil Pensionati
del Veneto insieme per promuovere su tutto il territorio la trasmissione di quel patrimonio
inestimabile di saperi e mestieri dei nostri nonni, preziosa eredità da lasciare in custodia
agli uomini e alle donne di domani: ispirandosi ai principi di solidarietà ed inclusione che
muovono il loro impegno nel progetto regionale “Trasmissione dei saperi.

Arti, antichi mestieri, scuole e abilità diverse”, organizzano per giovedì 2, venerdì 3 e sabato 4 maggio in Campo Santa Margherita a Venezia una tre giorni fitta di momenti
aggregativi aperti a grandi e bambini, con l’intento di stimolare la riflessione attorno alla
necessità di riscoprire le attività di un tempo. Su tutti, si segnalano la premiazione del concorso 2019 “Disegnando si impara”, fissata per giovedì 2 maggio alle 10 al Liceo Artistico Statale “M. Guggenheim” di Venezia.

Promossa da ADA Venezia, Uil e Uil Pensionati Veneto, l’iniziativa è rivolta agli alunni di
30 scuole primarie e dell’infanzia della Città Metropolitana di Venezia, chiamati per questa
terza edizione ad esprimere la loro idea di “arti e mestieri” attraverso elaborati pittorici. I
lavori dei bambini saranno esposti da giovedì 2 mattina a venerdì 3 maggio pomeriggio nel
chiostro della scuola. Alla premiazione – che assegnerà ai primi tre classificati buoni
acquisto da 500, 300 e 150 euro – parteciperà l’assessore alle Politiche sociali del Comune
di Venezia Simone Venturini.

Altro momento di particolare interesse è la tavola rotonda dal titolo “Come l’arte e
l’artigianato possono diventare mestiere”, in programma venerdì 3 maggio alle 9.30
nell’Aula Magna del Liceo Artistico Statale “M. Guggenheim” di Venezia (Campo dei
Carmini Dorsoduro), durante la quale – coordinati dalla giornalista de “Il Gazzettino”
Roberta Brunetti – interverranno il presidente ADA Venezia Mauro Di Matteo, il
segretario generale della Uil Veneto Gerardo Colamarco, l’assessore regionale alle
Politiche per il lavoro Elena Donazzan, il consigliere delegato del sindaco di Venezia alla
Tutela delle Tradizioni Giovanni Giusto, il presidente dell’Ipab – Ire Venezia Luigi
Polesel, Enrico Vettore di Confartigianato Venezia, il dirigente scolastico del Liceo
Artistico Statale “M. Guggenheim” di Venezia Paola Maria Elena Consoli, il segretario
nazionale Uil Pensionati Emanuele Ronzoni.

Sabato 4 maggio alle 10 alla Scuola Grande dei Carmini ci sarà invece la
presentazione del libro di Ermanno Moro “La recycle-Art”.
Animeranno la tre giorni anche rappresentazioni teatrali a ingresso libero, una mostra con
le opere degli artisti esploratori e degli artigiani veneziani dell’ADA (che hanno messo
alcuni dei loro lavori a disposizione della lotteria a premi aperta a tutti, il cui ricavato
finanzierà progetti di intervento a favore di persone con disabilità), l’intrattenimento di musicisti ed artisti di strada, le cure e i consigli di un presidio infermieristico a
disposizione dei cittadini.