Intervista a Marzia Roncacci, RAI TG2, giornalista per sempre

La giornalista professionista Marzia Roncacci, Rai TG2, si racconta a ilFormat.info e ci svela alcuni aneddoti della sua vita

0
391
Foto Alfredo Trenca

Chi è Marzia Roncacci?

Marzia: “Marzia Roncacci è una giornalista professionista che lavora da anni, quasi 20, in Rai, al Tg2 e conduce da circa 7 anni un programma di informazione che va in onda tutti i giorni dalle 10 alle 11 su Rai2.

Ama il suo lavoro e lo fa con la stessa passione del primo giorno. La curiosità e la determinazione sono stati gli elementi determinanti per arrivare a fare questa professione. Non potrebbe fare altro!

Il mare e camminare in mezzo al verde sono le altre due passioni di Marzia. Tutti e due sono capaci di ricaricare e dare quell’energia giusta, positiva che serve ad ognuno di noi”.

E’ vero che parli l’arabo? Come hai imparato la lingua araba?

Marzia: Dire che parlo la lingua araba è eccessivo. L’ho studiata per qualche anno presso l’ambasciata islamica a Roma, da un suggerimento di mio nonno, che è stato sempre un uomo lungimirante e particolarmente intelligente. Non è stato facile. Ma con il tempo ho imparato a scrivere e a leggere l’arabo, ma solo frasi semplici. E’ stata un’esperienza molto interessante ma che non ho coltivato per molto tempo perché i miei impegni universitari e i primi approcci col mondo del lavoro giornalistico mi occupavano la giornata”.

Quali sono i primi pensieri che ti vengono in mente sentendo le parole “meritocrazia” e “Rai” ?

Marzia: Per me la Rai è una grande azienda. Una vera risorsa del nostro Paese. A me ha dato e sta dando molto. La meritocrazia, in Italia, è un termine non sempre usato e rispettato. Mi auguro invece che diventi il principio base su cui si muova il mondo del lavoro. Altrimenti i giovani sono sempre più scoraggiati”.

“Volere è potere” è il tuo motto: ce lo spieghi?

Marzia: Lo è sempre stato. Nella mia vita ho sempre avuto degli obiettivi molto precisi. Non mi sono mai posta il tempo di raggiungimento ma la direzione, sì. Non ho mai sgomitato o approfittato. Ho sempre lavorato e mi sono adoperata, con determinazione e costanza, per raggiungere quello che volevo. Nel lavoro e nella vita privata. Se ci credi veramente l’obiettivo lo raggiungi. Non c’è dubbio. Volere è potere”.

Adesso puoi avvalerti della facoltà di non rispondere (ma è meglio se non lo fai): la tua età?

Marzia: Ho raggiunto una maturità personale e professionale che mi permette di avere delle sicurezze che forse qualche anno fa non avevo. Sono molto soddisfatta dei miei anni trascorsi anche se ho sempre bisogno di nuovi stimoli”.

Concludiamo in bellezza: se potessi tornare indietro nel tempo, ci sono delle cose che non rifaresti affatto? O ci sono cose che cambieresti?

Marzia: La vita è fatta di scelte. E anche se sbagliate, dobbiamo sempre ricordare che a monte c’è stata una volontà di fare o non fare qualcosa. Qualcosa la cambierei, ma molto poco. Non ho grandi rammarichi, anzi. Però le esperienze servono per migliorare, quindi se potessi tornare indietro, ne farei oro. Certamente”.

CONDIVIDI
Articolo precedenteDomani il via, alla Uefa National League
Prossimo articoloMedio Oriente, catastrofi umanitarie e mezzi di comunicazione
mm
Nato a Empoli (Fi), il 4 gennaio 1989. Diplomato al liceo classico-linguistico, laureando in scienze politiche, relazioni internazionali. Dopo una lunga esperienza come attivista politico, guida un partito politico giovanile a livello locale. Si dedica all’attività di articolista per svariati clienti e su svariati argomenti. Giornalista aspirante pubblicista. Appassionato e studioso di politica interna ed internazionale (e di tutto ciò che la concerne), sistemi politici, partiti politici, sistemi elettorali, relazioni internazionali, diritto internazionale e costituzionale, e molto altro.