Marco Padovani, 68 anni, ex appartenente alla ‘mafia’ del Brenta, è stato arrestato dai carabinieri di Padova per aver tentato con altri tre complici, non ancora individuati, una rapina a una slot machine di Tencarola poi fallita per la reazione del gestore.

Marco Padovani, con un passato di rapine con la banda di Maniero, è stato bloccato mentre stava uscendo di casa. L’uomo sarebbe uno dei quattro banditi che, travisati e armati di un fucile e di un revolver, il 16 gennaio 2018 fece irruzione nel locale gestito da un cinese. Il gestore però reagì ingaggiando una colluttazione con i rapinatori, riuscendo a disarmare quello con il fucile, nonostante questi e il complice armato di pistola gli avessero sparato contro diverse volte, fortunatamente senza colpirlo.

L’Arma dei Carabinieri è riuscita ad identificare Padovani come quello, tra i quattro malviventi, armato di pistola, che nella colluttazione con il gestore aveva perso il passamontagna lasciato nel locale con il fucile: sul primo reperto i RIS hanno rilevato il profilo genetico di Padovani.