Un Vigile del Fuoco di 54 anni, Antonio Dell’Anna, è morto la scorsa notte in un circolo ippico di San Giorgio Jonico (Taranto) dove un camion è andato in fiamme.
Le fiamme hanno causato un’esplosione che ha travolto l’uomo, uccidendolo.

PUGLIA POPOLARE: Cordoglio e riflessione sulla morte del vigile del fuoco.

Quella del vigile del fuoco è una morte che lascia il segno e non passa inosservata.
Così il gruppo consiliare (Gina Lupo e Massimiliano Stellato) e lo staff organizzativo (Chiara Puglia, Francesco Basi, Michele Mazzariello e Raffaele Vecchi) di Puglia Popolare della provincia di Taranto.
Alla luce del gravissimo episodio occorso la notte scorsa ad un uomo in uniforme di terra ionica, da anni al servizio dello Stato e della comunità, il nostro pensiero va anche alle tante vittime, spesso presto dimenticate, di infortuni e malattie professionali suoi luoghi di lavoro.
Ma non deve mancare, soprattutto in questi momenti, un pensiero ed un ringraziamento per la professionalità, l’impegno e la dedizione a tutto il Corpo dei Vigili del Fuoco.
Commossi ed attoniti, ci uniamo – concludono gli esponenti di Puglia Popolare – al dolore ed al cordoglio della famiglia nella convinzione che non sarà facile superare una così immane tragedia.

Paolo Capone, Leader UGL: “Eroi nazionali che devo essere tutelati anche attraverso un adeguato compenso economico alla stregua delle altre forze di sicurezza”

“L’UGL esprime il suo cordoglio alla famiglia del Vigile del Fuoco deceduto in provincia di Taranto, mentre era in servizio per spegnere l’incendio di un autocarro. I Pompieri sono i nostri eroi nazionali che mettono a repentaglio la propria vita per garantire la sicurezza dell’intera comunità 24 ore su 24. Il loro non è un lavoro, ma una vera e propria missione che svolgono quotidianamente con coraggio. Per questo, meritano il giusto valore umano ed anche un adeguato compenso economico alla stregua delle altre forze di sicurezza. Oggi l’Italia è in lutto nazionale.” Lo ha dichiarato in una nota Paolo Capone, Segretario Generale dell’UGL.

Stefano Paoloni, Segretario Generale del Sindacato Autonomo di Polizia (Sap)

Si chiamava Antonio Dell’Anna, aveva 54 anni ed era un Vigile del Fuoco.
La scorsa notte è intervenuto per spegnere un incendio all’interno di un circolo ippico a San Giorgio Jonico, Taranto.
Le fiamme hanno causato un’esplosione che ha ucciso Antonio.
Siamo addolorati e ci stringiamo attorno alla sua famiglia e ai suoi colleghi.

Vigile del fuoco vittima del dovere: cordoglio del Presidente Loizzo

Il presidente del Consiglio regionale della Puglia Mario Loizzo esprime il più sentito cordoglio, anche a nome dell’intera Assemblea, per la tragica scomparsa del vigile del fuoco Antonio Dell’Anna, che questa notte ha perso la vita nel corso di un intervento urgente per circoscrivere l’incendio di un automezzo in un circolo ippico a San Giorgio Ionico. Aveva 54 anni.
“Una vita stroncata per circostanze avverse in uno dei tanti interventi compiuti da un operatore esperto”, ha detto il presidente Loizzo, nell’esprimere riconoscenza per l’impegno del vigile Dell’Anna, partecipazione al dolore dei familiari e vicinanza al Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco. (fel)