Colpo di stato in Sudan.

Dopo 30 anni il Presidente del Sudan, Omar Al Bashir, si è dimesso. L’esercito di Stato, che aveva circondato il palazzo presidenziale, ha annunciato la formazione di un governo di transizione.

Arrestati funzionari di governo.

Nella capitale Khartum, al quinto giorno di un sit in di protesta di migliaia di persone che invocavano la rinuncia di Bashir, ora la gente festeggia la sua uscita di scena.

I militari sudanesi hanno circondato il Palazzo presidenziale con uomini e mezzi. Sono anche entrati nella sede dell’emittente radiotelevisiva di Stato che trasmette da alcune ore marce militari, interrotte a più riprese solo per annunciare un imminente discorso a reti unificate.

L’esercito è entrato all’alba nella sede dell’emittente, dopo mesi di proteste e al sesto giorno di un sit-in di protesta davanti al loro quartier generale di Khartum da parte di migliaia di persone che invocano la rinuncia del presidente Omar Al Bashir, al potere da 30 anni.