Cristiano Ronaldo è tornato. Il portoghese si carica la squadra sulle spalle e riesce a realizzare una tripletta che regala ai bianconeri l’accesso ai quarti di Champions League.

Tutta la Juve gioca una gara fenomenale. Ritmi spaventosi, che abbattono il Cholismo. Protagonista assoluto, insieme all’ex Real, è Federico Bernardeschi che gioca una gara ad altissimo livello e si procura un rigore, dubbio, che poi viene realizzato da Ronaldo. Gli altri due gol di Cristiano sono di testa, e la pratica Atletico è archiviata.

Il Manchester City asfalta lo Schalke, rifilandogli 7 gol. La squadra di Guardiola, che aveva sofferto in Germania, mostra la proprio superioritá e non lascia scampo ai Die Knappen. In gol per i Citizen, Aguero (doppietta), Sane, Sterling, Bernardo Silva, Foden e Gabriel Jesus.

Mercoledi di Champions…

Il Barcellona archivia la pratica Lione, dominando ma con il brivido fino al 78°, minuto in cui Lionel Messi chiude i giochi definitivamente. I Blaugrana sbloccano la gara con Messi dal dischetto. Al 31° Coutinho a porta vuota fa’ 2-0, gol che sembra abbattere il Lione, che invece nella ripresa, riapre i giochi con Tousart.

La squadra francese alza notevolmente il baricentro, alla ricerca di un impresa storica, e si apre ai contropiedi della squadra di Valverde. Infatti gli altri tre gol dei blaugrana di Messi, Pique e Dembele arrivano proprio da tre ripartenze che chiudono definitivamente la gara.

Un Liverpool fenomenale giganteggia all’Allianz Arena e trova la qualificazione ai quarti di finale. La gara resta bloccata come all’andata fino al 26° minuto in cui Manè decide di fare il fenomeno.

Il senegalese uncina il lancio di Van Dijk di sinistro, doppia finta su Hummels e Neuer, che esce a vuoto, e pallonetto delizioso per l’1-0 Liverpool. La reazione Bayern non tarda ad arrivare e su un croos di Gnabry, Matip, per anticipare Lewandowski, realizza l’autogol dell’1-1.

Nella ripresa i bavaresi cercano il gol qualificazione, ma al minuto 69 è Virgil Van Dijk ad annullare le speranze del Bayern. La muraglia olandese sfrutta il corner si Miller e di testa sovrasta Hummels e regala il gol dell 1-2. La squadra di Kovac si spinge tutta in avanti alla ricerca di un impresa che resta solo un sogno, perchè in contropiede è ancora un superlativo Sadio Manè a battere Neuer e chiudere definitivamente la gara. Liverpool che è la quarta squadra inglese, su quattro, a raggiungere i quarti di Champions League.