La Champions League ha le sue quattro pretendenti alla coppa dalle grandi orecchie, a sorpresa vanno fuori Juventus e Manchester City.

Vittorie in scioltezza per Barcellona e Liverpool che confermano quanto fatto di buono nelle gare di andata e raggiungono la semifinale.

Il Barca archivia la pratica United gia nel primo tempo con la doppietta di Leo Messi. Nella ripresa chiude i giochi un gran destro di Coutinho che non lascia scampo a De Gea.

Il Liverpool soffre per la prima mezzora a O Porto. Al 26° Manè sblocca la gara e il match si mette in discesa per i Reds che nella ripresa ne rifilano 4 ai padroni di casa.

In gol Firmino, Salah e Van Dijk, per il Porto Eder Militao.

Un Ajax straripante espugna l’Allianz Stadium e porta a casa una semifinale storica.

Una squadra di ragazzini che dimostra che tutto sommato non basta avere dei campioni in rosa, perché se non giochi a calcio non vinci mai nulla. 

Lezione di calcio in lungo e in largo, una personalità che fa imbarazzare anche campioni come Cristiano Ronaldo.

La squadra di Erik Ten Hag và in svantaggio e riesce a pareggiare subito il gol di Ronaldo con Van De Beek.

Nella ripresa Szczsny para di tutto, ma nulla può sul colpo di testa imperioso di De Light che manda in paradiso l’Ajax.

Nell’altra semifinale pirotecnico 4-3 tra Tottenham e Manchester City.

Nei primi 15 minuti accade di tutto. Il City sblocca la gara con Sterling, ma Son riesce, con un uno due micidiale in 6 minuti, a ribaltare la gara.

I padroni di casa non mollano e rispondono a son con i gol in 10 minuti di Bernardo Silva e di nuovo di Sterling.

Nella ripresa il Kun Aguero manda in visibilio l’Etihad stadium con un gol che può valere la qualificazione, ma Llorente è di diverso avviso e al 73° rovina la festa dei Citizen, con un gol che farà discutere.

L’ex Juventino prende la palla tra gomito e coscia, il braccio è attaccatissimo al corpo e non sembra dare una traiettoria completamente diversa al pallone.

L’arbitro turco Cakir decide di rivederlo al VAR, e conferma il gol del 4-3. Nel finale Sterling illude i tifosi di casa trovando incredibilmente il gol del 5-3, che però viene annullato dal VAR per il fuorigioco di inizio azione del Kun Aguero.

Le semifinali di Champions League, tra Ajax e Tottenham e tra Barcellona e Liverpool, si giocheranno il 30 Aprile l’andata e il 7 Maggio il ritorno.