benevento serie a

Il Benevento porta a termine un vero miracolo sportivo. Gli Stregoni battono il Carpi 1-0 nella finale play-off di Serie B e salgono in Serie A per la prima volta nella loro storia, iniziata nel 1929.

La cavalcata trionfale dei campani si è conclusa dopo un match tirato, teso. Gli emiliani di Castori hanno provato a mettere in difficoltà i gialloblu di Baroni, apparsi però più determinati. Dopo un inizio equilibrato, arriva il fatidico minuto 32. Quello della storia. Su cross dalla destra di VenutiPuscas infila il portiere avversario Belec sotto misura. Nel secondo tempo, il Benevento riesce a tenere la situazione sotto controllo e rintuzza gli attacchi avversari senza troppa difficoltà. Anzi, Viola colpisce il palo e sfiora il raddoppio con una conclusione dalla lunga distanza. Gli assalti offensivi finali del Carpi non portano risultati e lo stadio Ciro Vigorito può festeggiare.

La città delle Streghe è pronta così a cimentarsi contro squadre di ben altro blasone, come JuventusRomaMilanInter. Ci sarà anche il tanto atteso derby campano contro il Napoli, in un match che i beneventani aspettano da sempre nella massima serie. Un vero prodigio sportivo, concretizzatosi dopo i successi contro SpeziaPerugia e adesso Carpi. Un’impresa avvalorata dal fatto che il Benevento, quest’anno, era all’esordio in Serie B dopo tante delusioni. È il successo del presidente Oreste Vigorito, del direttore sportivo Salvatore Di Somma, dell’allenatore Marco Baroni. Ma anche del bomber Ceravolo (21 gol), di CicirettiFalcoPuscasCragnoChibsahLucioni e tutto il resto della rosa, capace di portare a termine con successo una stagione infinita.

CONDIVIDI
Articolo precedenteIl vuoto intorno a Renzi
Prossimo articoloGranBretagna Elezioni
mm
30 anni, di Napoli, diplomato al Liceo Linguistico. Dopo variegate esperienze lavorative, rispolvera la propria passione per la scrittura. Giornalista pubblicista dal 2014, è articolista, blogger e copywriter presso diversi siti. Attualmente direttore responsabile de IlFormat.info.