Sono state firmate a Roma nella sede del Ministero dello Sviluppo Economico, le prime 16 convenzioni tra ANPAL Servizi Spa e le Regioni per la definizione delle azioni di assistenza tecnica che la società in house di ANPAL fornirà attraverso i Navigator.

Un passaggio indispensabile e fondamentale per entrare nel vivo della fase operativa del Reddito di cittadinanza, la misura fortemente sostenuta e voluta dal Vicepremier e Ministro Di Maio che sta ridisegnando il sistema delle politiche attive del lavoro in Italia.

La firma delle convenzioni – atto formale, dunque, ma dalle evidenti e concrete conseguenze pratiche – è avvenuta nel Salone degli Arazzi del MiSE alla presenza del Sottosegretario al Lavoro e alle Politiche Sociali, Claudio Cominardi.

Gli accordi sono stati sottoscritti dal Presidente dell’ANPAL e Amministratore unico di Anpal Servizi Spa, Domenico Parisi, e dai rappresentanti di Abruzzo, Calabria, Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche, Molise, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Umbria, Valle d’Aosta e Veneto.

L’elenco è destinato ad aumentare: già nei prossimi giorni, altre Regioni si aggiungeranno con le firme delle rispettive convenzioni

Nelle parole del Sottosegretario Cominardi, che ha svolto alcune riflessioni in apertura della cerimonia, la soddisfazione per il traguardo raggiunto e per l’impegno dimostrato da tutti nella difficile “sfida sulle politiche attive, fondamentale nell’azione svolta dal Governo”.

Il Presidente Parisi ha richiamato l’attenzione su quella che ha definito una “giornata veramente speciale”, in cui è protagonista “l’Italia che affronta con decisione i problemi del lavoro, pur nelle differenze di ciascuno, ma uniti per l’obiettivo finale”.

La coordinatrice degli Assessori Regionali al Lavoro, Cristina Grieco, ha parlato di “un tassello importante, che premia un lavoro corale” e ha ringraziato il Ministro Di Maio per l’impegno e la passione dimostrati: “Da oggi – ha detto – inizia una pagina nuova”.

Le convenzioni stipulate tra ANPAL Servizi Spa e le Regioni arrivano a poco più di due settimane dalla firma del Decreto con il quale il Ministro Di Maio aveva stabilito il riparto dei fondi per il potenziamento infrastrutturale dei Centri per l’Impiego e il finanziamento di oltre 800 milioni di euro alle Regioni per ammodernare, ampliare e rendere funzionali i servizi per il lavoro.