fbpx
adv-383
<< ATTUALITÀ

Israele pratica l’apartheid

| 30 Aprile 2023 | ATTUALITÀ

L’Israeli Law Professors’ Forum for Democracy ha rilevato che i cambiamenti introdotti dall’attuale governo guidato dal primo ministro Benjamin Netanyahu “convalidano l’affermazione secondo cui Israele pratica l’apartheid”. http://www.middleeastmonitor.com

Il gruppo rappresenta 120 dei più importanti professori di diritto israeliani. Ne è pervenuta la conclusione in un position paper dal titolo “Conseguenze dell’Accordo di Subordinazione dell’Amministrazione Civile al Ministro Aggiunto del Ministero della Difesa”. Il forum è un gruppo ad hoc e volontario di esperti di diritto israeliano e in particolare di diritto pubblico israeliano.

In base all’accordo di condivisione del potere firmato a febbraio tra la fazione parlamentare del Likud e la fazione del sionismo religioso, Netanyahu ha accettato di trasferire la responsabilità e la gestione della Cisgiordania occupata nelle mani dei civili. L’accordo prevedeva che al leader di estrema destra della fazione del sionismo religioso, Bezalel Smotrich, fosse concessa un’autorità speciale sul territorio palestinese occupato.

“L’Amministrazione Civile è il braccio civile del governo militare”, hanno spiegato i professori. “Secondo il diritto internazionale questo è l’unico ramo che dovrebbe governare la Cisgiordania. Subordinare l’Amministrazione Civile a un’autorità civile (il Ministero della Difesa) è una violazione del diritto internazionale, e in particolare dei Regolamenti dell’Aia del 1907”.

Le preoccupazioni sulla proposta di condivisione del potere sono state sollevate già a gennaio da alti esperti legali del servizio di sicurezza israeliano. Sebbene mettessero in guardia contro il trasferimento dell’autorità sull’Unità per il coordinamento delle attività governative nei territori (COGAT) a Smotrich, all’epoca non si faceva menzione dell’apartheid.

Tutti i principali gruppi per i diritti umani hanno concluso che Israele pratica l’apartheid, un crimine contro l’umanità che potrebbe essere perseguito dalla Corte Penale Internazionale (ICC). La loro conclusione è stata respinta da Israele e dai sostenitori dello stato di occupazione. Accuse di antisemitismo sono state lanciate contro chiunque usi il termine per descrivere Israele.

Il documento di posizione pubblicato dal forum all’inizio di questo mese è un’indicazione che anche all’interno di Israele gli atteggiamenti stanno cambiando. “L’accordo è una misura aperta e formale che dà validità alle affermazioni secondo cui le pratiche di Israele costituiscono l’apartheid, che è proibito dal diritto internazionale”, hanno concluso i professori di diritto.

TAG: Apartheid, Benjamin Netanyahu, Israele, Palestina
adv-614
Articoli Correlati
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com