fbpx
adv-635
<< ECONOMIA

Vinitaly: la premier Meloni alla 55esima edizione

| 4 Aprile 2023 | ECONOMIA

La presidente del Consiglio Giorgia Meloni ha visitato la 55esima edizione di Vinitaly a Verona Fiere. Presenti anche i ministri Adolfo Urso (Imprese e Made in Italy), Francesco Lollobrigida (Agricoltura), Orazio Schillaci (Salute) e Daniela Santanchè (Turismo).

Ad accoglierla il presidente della Regione Veneto Luca Zaia, che sul suo profilo Facebook ha pubblicato le foto dell’arrivo della premier.

“Ho accolto il Presidente del Consiglio Giorgia Meloni a VINITALY. Ringrazio il Governo per l’attenzione verso il settore vitivinicolo, chiave del nostro Paese e della nostra Regione”, ha scritto il governatore Zaia a corredo delle foto pubblicate su Facebook.

“E’ nostro interesse e dovere sostenere questo mondo e l’impegno del governo è anche al sostegno dei giovani e del ricambio generazionale. Il vino non è solo un fatto economico ma anche un fatto culturale, è un pezzo fondamentale della nostra identità”, ha detto la presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, al suo arrivo.

La prima sosta della premier è allo lo stand del ministero dell’Agricoltura, sovranità alimentare e foreste, dove sono esposti i quadri di Caravaggio e Reni. Meloni ha ricordato che il settore del vino in Italia vale 30 miliardi e conta 870mila addetti.

Anche Elisabetta Casellati ha visitato la fiera del vino. “Il ministro per la Semplificazione Elisabetta Casellati in visita allo stand del Veneto a Vinitaly Verona!”, scrive Luca Zaia su Facebook pubblicando due foto insieme a Casellati.

Un gruppo di giovani chef guidati dal pluristellato Giancarlo Perbellini ha accolto la premier Giorgia Meloni per il primo brindisi in fiera.

La presidente del Consiglio è stata salutata al suo arrivo al Vinitaly dal presidente della Fiera, Federico Bricolo, con il quale si è recata allo stand del ministero delle politiche agricole e della sovranità alimentare. Qui ha incontrato anche l’ex sindaco di Verona, Federico Sboarina.

La premier Giorgia Meloni al Vinitaly a Verona ha incontrato poi un gruppo di studenti di un istituto agrario. “Per me questo è il liceo, perché non c’è niente di più profondamente legato alla nostra cultura”, ha detto agli studenti, ed è una delle ragioni, ha annunciato, per cui il governo lavora al “liceo del made in Italy”.

“Faccio i complimenti a questi ragazzi, siete stati molto lungimiranti”, ha aggiunto ricordando che quando si dice che con la scelta “del liceo avresti avuto uno sbocco mentre opportunità minori con un istituto tecnico dimentichiamo che in questi istituti c’è una capacità di sbocco professionale molto più alta di altri percorsi”.

TAG: Fiera, Giorgia Meloni, Verona, Vinitaly 2023
adv-707
Articoli Correlati
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com