fbpx
adv-186
<< ECONOMIA

Borse: la manovra inglese affossa Piazza Affari

| 18 Novembre 2022 | ECONOMIA

Piazza Affari in calo dello 0,78% a 24.339,67 punti in linea con gli altri mercati europei nel giorno in cui il ministro delle finanze britannico Jeremy Hunt ha presentato ai Comuni una manovra d’autunno all’insegna dell’austerity: tra le misure per colmare il possibile buco di bilancio, previsti tagli alla spesa per 55 miliardi di sterline, maggiore pressione fiscale e un tassa sull’energia al fino al 45%.

Ufficiale anche la recessione dell’Isola: nel 2023 il suo Pil si contrarrà dell’1,4% con un’inflazione in calo dal 9,2% al 7,4%. A Wall Street indici negativi dopo che Jim Bullard della Fed ha invocato un rialzo dei tassi fino al 5% sostenendo che l’attuale entità della stretta monetaria da parte della banca centrale Usa non sia sufficiente a contrastare la corsa dell’inflazione nel Paese.

Occhi degli investitori americani puntati però anche sulle nuove richieste settimanali di sussidi di disoccupazione, che sono calate a quota 222mila contro le 226mila della settimana precedente e le 225mila attese dagli analisti. Sull’obbligazionario, spread Btp-Bund a 193 punti base con il tasso del decennale al 3,93%. Al Ttf di Amsterdam il gas torna a scendere fino a 103,90 euro per megawattora.

adv-270

In una Piazza Affari che perde lo 0,78% le peggiori performance sono di Saipem, in calo del 5,84% dopo diversi stop in volatilità, e Leonardo (-3,06%). Giù anche Tenaris (-2,83%), Enel (-2,70%), Eni (-1,89%), Iveco (-1,43%) e Stellantis (-1%). Bene invece Campari (+1,78%), Fineco (+0,65%), Unipol (+0,21%), Bper (+0,35%), Unicredit (+0,20%) e Atlantia (+0,31%).

TAG: Borse, mercati, Piazza Affari, titoli
adv-627
Articoli Correlati