fbpx
adv-756
<< INTERVISTE

Intervista ad Alessandro Salerno, attivista del Partito Gay S.A.L. LGBT+

| 24 Settembre 2022 | INTERVISTE, POLITICA

Attivista già all’età di 11 anni, Alessandro ha accettato di parlarci delle sue idee e dei suoi progetti riguardanti il partito Gay S.A.L. LGBT +

1) Qual è stato il momento in cui hai pensato di essere diventato attivista ?

Ho scelto di diventare attivista all’età di 11 anni, quando nonostante la mia giovanissima età ho realmente capito cosa volesse dire essere palermitano e ancor prima siciliano.
Appartenere a questa terra vuol dire dover onorare ogni giorno tutti coloro i quali hanno combattuto per anni rimettendoci la vita per una Sicilia e un’Italia libera dalle mafie e da quella classe dirigente politico mafiosa, che stava facendo un lavoro sporco sulla pelle dei siciliani e dell’Italia tutta.
Quindi da giovane ho sentito e sento il dovere di impegnarmi per questo paese e nonostante mi sia capitato che qualcuno mi abbia detto che sarebbe stato più opportuno che io mi fossi legato alla mafia al posto di combatterla, non ho mai e dico mai abbassato la testa, sono andato e continuo ad andare avanti dicendo a gran voce che la mafia è una montagna di merda.
2) Se guardi al futuro sei più pessimista o più ottimista?

adv-460

Vorrei essere ottimista per il futuro di questo paese e la ricerca di questo ottimismo è il motivo per cui da 6 anni a questa parte combatto senza se e senza ma contro ciò che non va, ma pensare che la destra dalla prossima settimana potrebbe salire al governo non mi fa di certo ben sperare, perché con loro l’Italia tornerebbe indietro e lo dico con cognizione di causa, loro sono contro i diritti lgbt+, la lotta contro l’omobilesbotransfobia, la lotta alle mafie, la lotta contro la povertà, la lotta al fascismo un male che sembra non esistere ma che invece ancora esiste, e ogni giorno dimostrano di essere sempre meno adeguati per governare un paese come l’Italia
3) Quali sono i punti fondamentali del partito GAY S.A.L. LGBT+ ?

Il Partito GAY S.A.L. LGBT+ in linea con il programma del M5S tra le sue priorità ha ovviamente i diritti LGBT+, il lavoro, i giovani, le donne, le famiglie, i disabili, la scuola e l’ambiente.
Per quanto riguarda il mondo LGBT+ chiediamo che venga istituito il matrimonio egualitario per tutti e tutte e che vengano permesse anche nel nostro paese le adozioni omogenitoriali, vogliamo che venga varata una legge contro l’omobilesbotransfobia che introduca il reato di omofobia nel codice penale, vogliamo introdurre la carriera alias nelle scuole e negli uffici, rafforzare i centri di supporto LGBT+, vietare le teorie riparative e introdurre l’educazione sessuale nelle scuole.
Oltre a queste priorità ovviamente vogliamo sostenere le imprese e i lavoratori attraverso il taglio decisivo del cuneo fiscale, rafforzare la funzione del RDC, attivare del tutto la legge sul dopo di noi per le persone con disabilità, applicare a pieno la legge 194 attraverso maggiore informazione sulle pratiche contracettive e politiche di sostegno alla natalità, finanziare i centri antiviolenza per aiutare le donne vittime di violenza e sostenere l’imprenditorialità femminile al fine rendere le donne più indipendenti a livello economico, investire sulla scuola, l’università e la ricerca, introdurre un fondo affinché i giovani possano fare autoimpresa, contrastare il precariato, aumentare le attività di sensibilizzazione e formazione su bullismo e cyberbullismo nelle scuole e in qualsiasi centro di aggregazione giovanile, lotta alle mafie, difendere l’ecosistema, contrastare i cambiamenti climatici, vietare la caccia, la pesca intensiva e gli allevamenti di animali da pelliccia, combattere il randagismo, semplificare processi e riorganizzare gli uffici.
4) Una settimana fa LA7 ha mostrato in un servizio di ” NON È L’ARENA” un uomo gay che appoggia il programma del partito FRATELLI D’ITALIA . Cosa ne pensa lei a riguardo?

Sul ragazzo gay che ha affermato di voler votare Giorgia Meloni, posso soltanto dire che ha tutto il diritto di farlo perché viviamo in democrazia ed è giusto così, ma evidentemente riterrà giusto che il partito che voterà nega e continuerà a negare il 99% dei diritti civili, proprio come fa il loro amico Orban.
5) Quali sono le sue aspettative per queste elezioni?

La destra potrebbe molto probabilmente vincere, ma al di là di tutto sono fiero del lavoro svolto dal Partito Gay S.A.L LGBT+ e dal Presidente del Movimento Cinque Stelle, Giuseppe Conte, l’unico leader credibile e con un programma serio, stabile e concreto che ha saputo dare dignità alla politica italiana e a questo paese.
Se io ho accettato la proposta di Fabrizio Marrazzo, capo politico del Partito Gay S.A.L. LGBT+ e candidato alla camera nel collegio uninominale Puglia U02 per il M5S, è proprio perché ho capito che l’Italia e la politica italiana ha bisogno di noi giovani indipendentemente dalla nostra età e dal possedimento o no della tessera elettorale.
Io ho scelto di stare dalla parte giusta e non importa se ancora non potrò votare perché ho 17 anni, ma ciò che importa è fare sentire la propria voce e dare a questo paese una speranza.

TAG: Alessandro Salerno, Lgbt, politica
adv-643
Articoli Correlati