fbpx
adv-333
<< L'OPINIONE

Turchia, Ciocca (Lega): “UE in ginocchio da Erdogan, errore geopolitico a cui non mi presterò”

| 10 Settembre 2022 | L'OPINIONE

“E’ assurdo che ancora oggi l’Unione europea vada a genuflettersi in Turchia, al cospetto del dittatore turco Erdogan, appaltandole, tra le altre cose, la gestione dei negoziati di pace del conflitto russo-ucraino, magari in cambio della riapertura dei negoziati di adesione che ci sono già costati miliardi. E’ per questa ragione che, come segno di protesta, ho deciso che non parteciperò al meeting della delegazione UE-Turchia il 20-21 settembre e mi impegnerò, piuttosto, a valorizzare il nostro cioccolato italiano, sicuramente molto meglio di quello dispensato da loro in Italia.”

Ad affermarlo è l’eurodeputato Angelo Ciocca (Lega), a margine del meeting preparatorio della delegazione UE-Turchia di cui membro titolare. “Avevo già invitato le istituzioni europee a fare gli interessi dei cittadini – ricorda il deputato, che proprio durante la scorsa plenaria di maggio aveva chiesto compensazioni per i cittadini colpiti a seguito delle misure messe in campo dall’UE nei confronti della Russia – esortando i massimi vertici a farsi carico, con senso di responsabilità, di una situazione che, oggi, inevitabilmente si sta ripercuotendo su milioni di famiglie, cittadini ed imprese”.

“Trovo inaccettabile – ha ribadito Ciocca – che a distanza di mesi poco o nulla sia cambiato e reputo questa partecipazione europea dinanzi ad Erdogan uno spreco di denaro ed un grande errore, l’ennesimo, da parte di questa Unione che, ancora una volta, si dimostra miope. La grande Europa piegata alla Turchia, Paese islamico che non ha nulla a che vedere con noi.”

TAG: Angelo Ciocca, Recep Tayyip Erdogan, Turchia, UE
adv-523
Articoli Correlati