fbpx
adv-906
<< CRONACA

Condannato all’ergastolo il 42enne marocchino Mohamed Chamekh

| 12 Aprile 2022 | CRONACA

La Corte d’Assise di Bologna ha reso note le motivazioni con le quali il 7 febbraio ha condannato all’ergastolo il 42enne marocchino Mohamed Chamekh, responsabile dell’omicidio dell’ex compagna Atika Gharib, 32 anni, trovata morta il 2 settembre del 2019.

“Il movente femminicida è maturato per riaffermazione della volontà di possesso virile sulla donna e per barbara necessità di vendicare il proprio malconcepito senso di onore, cui non si è accompagnato alcun pentimento; anzi l’omicidio è stato rivendicato con orgoglio e soddisfazione”. Queste le motivazioni della Corte d’Assise di Bologna.

La vittima fu uccisa il 2 settembre 2019 e trovata morta carbonizzata il giorno seguente fra i resti di un casolare a Castello d’Argile nel Bolognese. La 32enne originaria del Marocco era residente a Ferrara. I periti del Tribunale avevano confermato che Chamekh, connazionale della vittima, soffre di disturbi psichiatrici, ma era probabilmente capace d’intendere e di volere nel momento del delitto, dunque capace di stare in giudizio.

TAG: Bologna, ergastolo, femminicidio
adv-316
Articoli Correlati