fbpx
adv-451
<< EDITORIALE

Rajae Bezzaz, inviata di Striscia la Notizia, è una giornalista di serie B

| 22 Febbraio 2022 | EDITORIALE

Vi ricordate lo squallido episodio capitato alla giornalista Greta Baccaglia? Ebbene tutti i giornali nazionali ed esteri evidenziarono la sciagurata vicenda di cui la collega fu vittima mentre svolgeva il suo lavoro in diretta, palpeggiata da un perfetto ‘apostrofato inetto’ successivamente condannato.

La notizia ebbe una risonanza mediatica per la gravità da porre, giustamente, un’interrogazione parlamentare nell’intento di scongiurare questi atteggiamenti incomprensibili quanto vili nei confronti della giornalista e, soprattutto, delle donne.

Anch’io, come consuetudine quando si parla di giornalisti, avevo espresso la massima solidarietà nei confronti della collega senza tralasciare il fattore primario del diritto di cronaca condannando con forza l’insano gesto.

adv-103

Ma in questi ultimi giorni mi sono posto alcune domande. Una su tutte, quello che mi lascia il sapore amaro di questo splendido lavoro: davvero stiamo assistendo a una velata discriminazione giornalistica?

Per renderla più facile mi riferisco al caso di Rajae Bezzaz, inviata di Striscia la Notizia noto tg satirico in onda su Canale 5, rea di aver smascherato un ipotetico truffatore, Matteo Minetti, il quale ha manifestato arroganza e prepotenza insultando, usando violenze e sputi nei confronti della collega Rajae. Per giunta sotto gli occhi di tutti.

Ma quello che mi ha lasciato ancora più perplesso è che la notizia di questa abominevole gravità non sia stata riportata da nessuna testata giornalistica nazionale; praticamente nonostante le immagini dell’ottimo servizio di Striscia per la stampa nazionale non è degna di risonanza.

Allora mi chiedo a quale categoria di giornalisti appartengo. Sono di Serie A o B? Se guardo il mio storico presumo di appartenere a quella di Serie B, quella dei rompiscatole. A quella che sente puzza di bruciato quando tutti gli altri pensano all’etichetta.

Molto probabilmente a differenza dal caso Baccaglia la bella Rajae è una giornalista di Serie B e, soprattutto, una rompiscatole visto che la sua aggressione non trova diritto di cronaca. Oppure probabilmente per la stampa nazionale il palpeggio fa vendere più copie di uno sputo.

In ogni caso mando un forte abbraccio alla collega Rajae, alla quale le auguri di rimanere una di noi: una da Serie B. E nello specifico un adorabile rompiscatole.

TAG: aggressione, Rajae Bazzez, Striscia la Notizia
adv-214
Articoli Correlati