fbpx
adv-701
<< ECONOMIA

Wall Street guadagna terreno: primi segnali di distensione in Ucraina

| 16 Febbraio 2022 | ECONOMIA

Le azioni sono aumentate ampiamente durante le contrattazioni pomeridiane di Wall Street martedì, poiché gli investitori hanno accolto con favore i primi segnali di allentamento delle tensioni in Ucraina.

L’S&P 500 è aumentato dell’1,4% alle 14:33 orientali. Circa l’80% delle azioni all’interno dell’indice di riferimento ha registrato guadagni. Il Dow Jones Industrial Average è salito di 381 punti, o dell’1,1%, a 34.947 e il Nasdaq è salito del 2%.

I titoli tecnologici e le società che fanno affidamento sulla spesa dei consumatori hanno guidato i guadagni. Apple è cresciuta dell’1,8%, Ralph Lauren del 4,9% e Nike del 2,8%.

Le azioni di società più piccole stavano superando il mercato più ampio. Il Russell 2000 è salito del 2,7%.

I rendimenti obbligazionari hanno continuato a crescere. Il rendimento del Tesoro decennale è salito al 2,04% dall’1,99% di lunedì. I guadagni hanno contribuito a sollevare le banche, che fanno affidamento su rendimenti obbligazionari più elevati per addebitare tassi di interesse più redditizi sui prestiti. JPMorgan Chase è salito dell’1,8%.

I rendimenti dei Treasury stanno guadagnando terreno per tutto il 2022 mentre gli investitori si preparano affinché la Federal Reserve inizi ad aumentare i tassi di interesse per combattere l’inflazione. La banca centrale dovrebbe iniziare ad aumentare i tassi a marzo e gli operatori vedono una probabilità del 61% per un primo aumento di mezzo punto percentuale, il doppio della mossa tradizionale.

I prezzi del greggio di riferimento negli Stati Uniti sono crollati del 3,5%. I prezzi del petrolio sono stati volatili a causa delle tensioni sulla Russia che potrebbe invadere la vicina Ucraina. Parte di quella tensione è stata alleviata martedì dopo che la Russia ha detto che alcune truppe sarebbero tornate alle basi militari, anche se non ha detto specificamente che le truppe che si ritiravano facevano parte di quelle ammassate al confine con l’Ucraina.

La Russia è un importante produttore di energia e un’azione militare che interrompe le forniture potrebbe scuotere i mercati e le industrie globali.

I mercati europei, che sono stati sensibili alle tensioni tra Russia e Ucraina, hanno recuperato alcune delle loro perdite martedì dopo che la Russia ha dichiarato che stava ritirando alcune truppe, tuttavia gli analisti hanno notato che il rimbalzo ha smentito un certo scetticismo.

“Sebbene si tratti di uno sviluppo incoraggiante, i discorsi tendono a essere economici e finora ci sono state poche prove che ciò sia accaduto sul campo, il che forse aiuta a spiegare perché il rimbalzo di oggi è stato cauto, rispetto alle recenti perdite”, ha affermato Michael Hewson, capo analista di mercato presso CMC Markets UK.

Le preoccupazioni su Wall Street per il potenziale conflitto si sono accumulate in un lungo elenco di minacce per i mercati finanziari in generale e l’economia globale che includono l’impatto dell’inflazione in costante aumento su imprese e consumatori. Un rapporto del Dipartimento del Lavoro di martedì ha mostrato che l’inflazione all’ingrosso è aumentata di nuovo a gennaio, aumentando del 9,7% rispetto all’anno precedente.

“Oggi è chiaramente un rally su minori tensioni geopolitiche e davvero ignorando il quadro dell’inflazione”, ha affermato John Lynch, chief investment officer di Comerica Wealth Management.

La pressione inflazionistica sta ancora prendendo slancio, ha affermato Lynch, e questo rende quasi necessario un aumento di mezzo punto percentuale dalla Fed a marzo per rafforzare il fatto che la banca centrale è seriamente intenzionata a combattere l’inflazione.

L’aumento dei costi ha ostacolato le operazioni per un’ampia gamma di aziende e ha spinto molti ad aumentare i prezzi dei prodotti finiti, dall’abbigliamento al cibo. Ciò ha sollevato preoccupazioni sul fatto che i consumatori possano eventualmente ritirare la spesa, danneggiando quindi la crescita economica. Gli investitori riceveranno un aggiornamento sulle vendite al dettaglio mercoledì quando il Dipartimento del Commercio pubblicherà il suo rapporto di gennaio.

Gli investitori tengono d’occhio anche l’ultimo round di guadagni aziendali, tra cui Airbnb martedì in ritardo, DoorDash mercoledì e Walmart giovedì.

TAG: azioni, mercati azionari, Ucraina, Wall Street
adv-490
Articoli Correlati