fbpx
adv-306
<< CRONACA

Ocean Viking: 572 migranti chiedono un porto per attraccare

| 9 Luglio 2021 | CRONACA

Un ente di beneficenza che gestisce una nave di soccorso con 572 migranti a bordo nel Mediterraneo centrale ha chiesto giovedì il permesso di attraccare in un porto europeo, affermando che il cibo scarseggia e la tensione in aumento sulla nave affollata.

Luisa Albera, coordinatrice di ricerca e soccorso di SOS Mediterranee, ha lanciato un appello urgente dalla Ocean Viking, che si trova tra Malta e l’isola meridionale di Lampedusa, a sud della Sicilia. Ha detto che cinque richieste alle autorità marittime di assegnare un porto di sicurezza non sono state soddisfatte.

Tra i migranti ci sono 369 soccorsi il 4 luglio da un’imbarcazione che, secondo il gruppo, rischiava di capovolgersi nel Mediterraneo.

“Fare aspettare i sopravvissuti sul ponte della nostra nave, esposti al sole e agli elementi, è disumano”, ha detto Albera. Mercoledì sera un uomo in “distress psicologico acuto” si è lanciato in mare, è stato salvato e riportato sulla nave.

“Inoltre, oggi esauriremo i kit alimentari preconfezionati 24 ore su 24 e non saremo in grado di soddisfare tutti i bisogni nutrizionali dei sopravvissuti entro sabato”, ha affermato Albera nel suo appello. “Con oltre 570 sopravvissuti sistemati sul ponte di poppa dell’Ocean Viking, viene utilizzato tutto lo spazio disponibile”, rendendo poco pratico preparare pasti cucinati e distribuirli, ha affermato.

Italia e Malta insistono sul fatto che anche altre nazioni dell’Unione Europea prendano parte dei migranti dopo aver raggiunto le coste europee. Insistono che è ingiusto lasciare che le due nazioni del Mediterraneo centrale si prendano cura di loro mentre chiedono asilo. Poiché la maggior parte negli ultimi anni sono migranti economici, molti non hanno diritto all’asilo e le loro terre d’origine sono spesso riluttanti a riprenderli.

Durante la pandemia, l’Italia ha iniziato a mettere in quarantena i migranti soccorsi a bordo dei traghetti passeggeri commerciali fuori servizio fino a quando non potranno essere trasferiti ai centri di elaborazione dell’asilo in Sicilia o sulla terraferma. Mentre molti migranti raggiungono l’Italia dopo essere stati soccorsi in mare da navi di beneficenza, navi mercantili o navi militari, altri raggiungono da soli le coste meridionali dell’Italia dopo essere partiti dalla Tunisia o dalla Libia.

TAG: Mediterraneo, migranti, Ocean Viking
adv-871
Articoli Correlati