fbpx
adv-471
<< ECONOMIA

Nuovo accordo: Itelyum acquisisce la pugliese Castiglia

| 3 Luglio 2021 | ECONOMIA

Itelyum acquisisce la pugliese Castiglia, storica azienda di Massafra, in provincia di Taranto. E consolida così l’offerta di soluzioni ambientali per il settore dell’economia circolare. Attualmente Itelyum – leader nazionale e player internazionale nella gestione, riciclo e valorizzazione dei rifiuti industriali – attraverso gli impianti del gruppo, gestisce complessivamente oltre 1 milione di tonnellate di rifiuti speciali, genera ricavi di circa 400 milioni di euro. L’azienda, che ha il quartier generale a Pieve Fissaraga, in provincia di Lodi, h a oltre 700 dipendenti e 23 siti operativi.

Investendo nella grande infrastruttura pugliese per la gestione dei rifiuti, Itelyum amplia l’offerta di servizi integrati per l’industria nella gestione, riciclo e valorizzazione dei rifiuti industriali. L’operazione si inserisce in uno scenario di crescita per il Sud, in coerenza con le linee guida di Next Generation Eu, al riequilibrio territoriale e al rilancio della sua competitività.

L’acquisizione, sottolinea Marco Codognola, amministratore delegato Itelyum, “ci permette di ampliare l’offerta verticale di gestione sostenibile delle acque e fanghi da depurazione, di rafforzare le sinergie all’interno dei siti operativi e posizionarsi come player di riferimento per la gestione dei rifiuti industriali nel sud Italia, attraverso servizi integrati verso la grande industria nazionale privata e pubblica”.

adv-615

Nell’ottica dello sviluppo sostenibile, spiega Codognola, “lavoriamo a supporto del Piano nazionale di ripresa e resilienza e la Regione Puglia è pronta per questa incredibile opportunità che permetterà alle eccellenze del comparto di creare nuova occupazione, aumentare la qualità dell’ambiente, preservare le risorse naturali e ridurre le emissioni di gas serra”.

Castiglia opera da 20 anni nei settori della gestione sostenibile dei fanghi rivenienti dal trattamento e depurazione delle acque e dei servizi ad alto valore aggiunto per la grande industria, fra i quali gestione e manutenzione delle reti idriche e degli impianti acquedottistici, demolizioni, bonifiche, risanamenti e revamping di impianti industriali, e servizi ambientali portuali.

L’azienda, con all’attivo oltre 120 dipendenti e un moderno impianto di stoccaggio e trattamento che gestisce oggi 45mila t/anno di rifiuti, in corso di ampliamento e già autorizzato per 90mila t/anno. Ha una flotta che conta più di 200 automezzi e macchinari dedicati e offre servizi nella gestione sostenibile di rifiuti speciali pericolosi e non.

TAG: Castiglia, Itelyum, Puglia, rifiuti speciali
adv-219
Articoli Correlati