fbpx
adv-117
<< SPORT

Euro 2020: Ottavi di Finale con il mal d’Austria per l’Italia, ci pensano i panchinari

| 27 Giugno 2021 | SPORT
Euro2020

A Wembley è il momento della verità. Italia Austria è una delle tante sfide che ci si può aspettare nel panorama delle competizioni per nazionali. La sfida tra Mancini e il CT austriaco Foda, mette in palio il passaggio ai quarti di finale, dove ad attendere ci sarà la vincente tra Portogallo e Belgio.

Mancini, sceglie dal primo minuto Donnarumma tra i pali, Di Lorenzo a destra e Spinazzola, oramai una certezza a sinistra. Pacchetto arretrato composto da Acerbi e Bonucci, Jorgigno davanti alla difesa con Barella e Verratti mediani a sostegno. In attacco a completare il collaudato 4 3 3, il tridente composto da Berardi, Immobile e Insigne.

Austria guidata da Foda in panchina dal 2018, si contrappone con un 4 2 3 1 che schiera Bachmann tra i pali, Lainer a destra, Alaba a, sinistra e Hinteregger e Dragovich i centrali difensivi, batteria di centrocampo composta da Schlager e Grillitsch, con Sabitzer sulla trequarti offensiva affiancato da una vecchia conoscenza della nostra serie A:Marko Arnautovic.

adv-717

Per la cronaca, sin dalle prime battute, l’Austria è solida e compatta in fase difensiva, mentre  lascia a desiderare in fase offensiva. Tuttavia gli austriaci, riescono ad arginare il forcing azzurro nella propria trequarti, senza lasciare spazio ai nostri attaccanti. Al secondo minuto di gioco, Arnautovic commette fallo su Barella ed è giallo, Italia spinge con Spinazzola sulla sinistra, autore di un paio di pericolose incursioni, culminate con un tiro del terzino che fa tremare le coronarie austriache. Al quarto d’ora, Bachmann neutralizza un collo pieno di Barella, alla mezz’ora sempre azzurri protagonisti con un palo di Immobile. Si va nell’intervallo con l’Italia in forcing e con un Austria brava a chiudere gli spazi.

Nella ripresa, la musica non cambia, al minuto 64,goal annullato all’Austria dal VAR, impeccabile e preciso nel rilevare un fuorigioco di Arnauti, autore del goal. Austria che prova a scoprirsi, rendendosi pericolosa in diverse occasioni, ma senza costrutto. Mancini, decide di rimescolare le carte e spedisce in campo, Pessina al posto di Barella e Locatelli per l’evanescente Verratti. La musica non cambia nemmeno con il Gallo Belotti che rileva Immobile e con Chiesa al posto di Berardi. Si va ai supplementari e finalmente, Donnarumma non si fa, trovare impreparato, Chiesa porta in vantaggio gli azzurri, con una splendida giocata propiziata dal Rullo Compressore Spinazzola. Uno a, zero per gli azzurri.

Austria in panne, ma che reagisce cercando di scardinare le retrovie itali. Donnarumma, sarà costretto a fare gli straordinari neutealizzando un tiro del neoentrato Grecoritsch. Il raddoppio azzurro, porta la firma di Matteo Pessina che su invito di Acerbi raddoppia, due a, zero per gli azzurri e Austria che accorcia le distanze, grazie al goal di Kalajdzic su invito di Schaub.

Austria eliminata, Italia ai quarti, aspettando la vincente tra Belgio e Portogallo. Nota negativa della serata, la scelta di Mancini che lascia Locatelli in panchina per Verratti in campo. Per il resto, Italia che va avanti con quattro vittorie su quattro e con un gruppo, coeso e compatto. Wembley, non è un miraggio.

TAG: Austria, calcio, Euro2020, Italia
adv-340
Articoli Correlati