fbpx
adv-444
<< L'OPINIONE

Le donne del Congresso criticano il sostegno degli Stati Uniti a Israele

| 15 Maggio 2021 | L'OPINIONE

Diversi membri democratici della Camera dei rappresentanti si sono espressi contro il sostegno militare degli Stati Uniti a Israele e hanno chiesto la protezione dei diritti dei palestinesi, in contrasto con altri democratici e repubblicani che hanno espresso il loro pieno sostegno a Israele durante l’escalation in corso nel Striscia di Gaza.

In un discorso emozionante in Aula, Rashida Tlaib ha criticato il presidente Joe Biden e altri alti funzionari per aver offerto dichiarazioni che secondo lei non riconoscevano “l’umanità palestinese”.

“Per leggere le dichiarazioni del presidente Biden, del segretario di Stato Blinken, del generale Austin e dei leader di entrambi i partiti, difficilmente sapresti che i palestinesi esistevano”, ha detto Tlaib, l’unico palestinese del Congresso degli Stati Uniti. Membro americano.

adv-66

“Non c’è stato alcun riconoscimento dell’attacco alle famiglie palestinesi che sono state strappate dalle loro case in questo momento. Nessuna menzione di bambini detenuti o uccisi. Nessun riconoscimento di una prolungata campagna di molestie e terrore da parte della polizia israeliana contro fedeli che si inginocchiano e pregano e celebrano i giorni più sacri in uno dei loro luoghi più sacri, nessuna menzione del fatto che Al-Aqsa sia circondata da violenza, gas lacrimogeni, fumo, mentre la gente prega”.

Indossando una kefiah e a volte cercando di trattenere le lacrime, Tlaib ha aggiunto: “Se il nostro stesso Dipartimento di Stato non riesce nemmeno ad ammettere che l’uccisione di bambini palestinesi è sbagliato, beh, lo dirò per i milioni di americani che state con me contro l’uccisione di bambini innocenti, indipendentemente dalla loro etnia o fede”, ha aggiunto.

Israele ha continuato venerdì a bombardare la Striscia di Gaza con raid aerei e proiettili di artiglieria e ha ammassato truppe e carri armati vicino all’enclave palestinese assediata.

Almeno 119 palestinesi, compresi 31 bambini, sono stati uccisi e più di 830 feriti dallo scoppio delle ostilità lunedì. Anche i razzi lanciati da gruppi palestinesi nella Striscia hanno ucciso sette persone in Israele.

L’amministrazione statunitense ha espresso il doloro per tutte le vittime, ma non ha individuato nessuna parte né ha criticato Israele per l’uso sproporzionato della forza.

Biden ha detto mercoledì che Israele ha il diritto di difendersi, mentre nei suoi ultimi commenti di giovedì ha ripetuto un appello a entrambe le parti a cessare il fuoco.

“La domanda è come…arrivano a un punto in cui vi è una significativa riduzione degli attacchi, in particolare gli attacchi missilistici che vengono lanciati indiscriminatamente nei centri abitati”, ha detto.

Parlando durante la stessa sessione della Camera, il membro del Congresso Ilhan Omar ha condannato le politiche e gli attacchi di Israele contro i palestinesi e ha definito il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu un “leader etno-nazionalista”.

“Considera che il 78% della loro terra (palestinese) gli è stata sottratta”, ha detto Omar, riferendosi al tempo trascorso dalla fondazione dello Stato israeliano nel 1948. “Da allora, 5,6 milioni di palestinesi sono stati continuamente sfollati dalle loro case in una delle più grandi crisi di rifugiati nella storia umana”.

Omar ha anche criticato la politica israeliana di stabilire insediamenti illegali sul suolo palestinese per rimpiazzare i palestinesi. “È un conflitto in cui un paese, finanziato e sostenuto dal governo degli Stati Uniti, continua un’occupazione militare illegale su un altro gruppo di persone”, ha detto.

La deputata Cori Bush, un importante sostenitore del movimento Black Lives Matter, ha reso omaggio a Bassem Masri, un palestinese americano che ha sostenuto il movimento ed è morto di infarto nel 2018. “I palestinesi sanno che aspetto hanno la violenza di stato, la polizia militarizzata e l’occupazione delle loro comunità, e vivono la realtà di dover passare attraverso i posti di blocco mentre cercano di vivere le loro vite”, ha detto Bush.

“Siamo contro la guerra, siamo contro l’occupazione e siamo contro l’apartheid”, ha detto, oltre a molti altri membri del Congresso degli Stati Uniti che hanno preso la parola per sostenere i diritti umani dei palestinesi.

Durante il suo discorso, la deputata Ayanna Pressley ha detto: “Non possiamo rimanere in silenzio quando il nostro governo invia 3,8 miliardi di dollari di aiuti militari a Israele che vengono utilizzati per demolire le case palestinesi, imprigionare bambini palestinesi e sfollare famiglie palestinesi. Un budget riflette i nostri valori “.

Da parte sua, Alexandria Ocasio-Cortez ha invitato l’amministrazione Biden a riconoscere il proprio ruolo nell’ingiustizia e nelle violazioni dei diritti umani subite dai palestinesi. “Questa è la nostra attività. Perché ci stiamo giocando un ruolo”, ha detto la deputata, prima di aggiungere: “Non si tratta di entrambe le parti. Si tratta di uno squilibrio di potere”.

“Il presidente e molte altre figure questa settimana hanno affermato che Israele ha il diritto all’autodifesa e questo è un sentimento che riecheggia in tutto questo corpo”, ha detto la deputata. “Ma i palestinesi hanno il diritto di sopravvivere? Lo crediamo e, in tal caso, abbiamo anche la responsabilità di questo”.

Mark Pocan ha detto che i suoi colleghi e lui stesso “si sono alzati in piedi perché nessuno dovrebbe subire la perdita di vite umane, libertà o dignità che il popolo palestinese ha subito”. Ha aggiunto: “Se sei neutrale in situazioni di ingiustizia, hai scelto la parte dell’oppressore”.

TAG: Congresso Usa, Palestina, USA
adv-646
Articoli Correlati