adv-506
<< ECONOMIA

Saldi: commercianti auspicano successo dell’anno scorso

| 29 Dicembre 2020 | ECONOMIA

Le aspettative sui saldi invernali, anche se scaglionati e posticipati in molte regioni dagli inizi di gennaio sino alla fine, restano alte per i negozianti del settore moda, abbigliamento e calzature, specialmente in un anno così difficile come quello appena trascorso a causa del covid 19 e dopole vendite natalizie in calo del 20-30%.

A confermarlo è Fabio Tinti, presidente di Fismo-Confesercenti. “Speriamo di bissare il successo dell’anno scorso – afferma Tinti – ma parlare di saldi oggi è quasi un paradosso perché non sappiamo che cosa ci aspetta domani, in che zona saremo, e dunque viviamo alla giornata”. L’anno scorso infatti, le vendite a prezzi scontati partirono tra il 2 ed il 4 gennaio in tutta Italia poco prima del covid, quest’anno invece, sabato 2 gennaio partiranno già in zona rossa in Campania, Sicilia, Valle d’Aosta, Molise e Basilicata.

Nel 2019 gli italiani spesero in media 168 euro a testa in occasione dei saldi invernali “per capi di qualità e a prezzi concorrenziali laddove le aspettative anche quest’anno sono simili in ogni parte d’Italia, al Nord, al Sud e al Centro, – sostiene Tinti – credo che ci sarà movimento senza grandi differenze nelle varie regioni. Indubbiamente dove c’è più attività c’è un’attenzione particolare”.

adv-7

Quest’anno Fismo insieme alle altre associazioni di settore ha chiesto alle autorità di posticipare il più possibile come accaduto per i saldi estivi visto che sono “vendite di fine stagione”.

Quest’anno i saldi invernali partiranno scaglionati nelle varie regioni, c’è chi addirittura li anticipa al 2 gennaio, è il caso di Campania, Sicilia, Valle d’Aosta, Molise e Basilicata, e chi invece li posticipa a fine gennaio come Liguria (il 29), Toscana, Emilia Romagna e Veneto (il 30 gennaio). Tante partenze differenziate lungo tutto il mese di gennaio.

Ecco la situazione regione per regione. Il 2 gennaio partono in Campania, Sicilia, Valle d’Aosta, Molise, Basilicata, il il 5 gennaio in Abruzzo Puglia e Sardegna, il 7 gennaio in Calabria, Friuli Venezia Giulia, Lombardia e Piemonte. Il 9 gennaio in Umbria.

Inoltre, il 12 gennaio nel Lazio, il 16 gennaio nelle Marche e nella Provincia Autonoma di Bolzano. A fine gennaio, il 29, in Liguria e il 30 gennaio in Toscana, Emilia Romagna e Veneto; il 13 febbraio nei comuni turistici della Provincia di Bolzano mentre nella provincia Autonoma di Trento si può decidere liberamente quando partire.

TAG: commercianti, Fismo, saldi
adv-233
Articoli Correlati