adv-503
<< CRONACA

Nel foggiano: bambino di 7 anni accoltella il patrigno pregiudicato

| 2 Dicembre 2020 | CRONACA

Mario Renzulli, 38enne pregiudicato, è morto lunedì sera in un podere in località Macchia Rotondo, nelle campagne di Manfredonia. Il legale della donna ha raccontato che “è tornato a casa ubriaco e ha iniziato a infierire prima sulla compagna. Il piccolo sarebbe intervenuto nella discussione in difesa della mamma. Per sfuggire al patrigno, si è prima rifugiato in cameretta, poi inseguito dall’uomo è corso in cucina. Lì ha preso un coltello e, dopo essere stato raggiunto dal 38enne, lo ha colpito all’addome”

Sarebbe coinvolto un bambino di 7 anni nel caso dell’omicidio di Mario Renzulli, il 38enne pregiudicato ucciso lunedì sera in un podere in località Macchia Rotondo, nelle campagne di Manfredonia (Foggia). “È tornato a casa ubriaco e ha iniziato a infierire prima sulla compagna – ha spiegato il legale della madre del bambino, anche compagna della vittima – Il piccolo sarebbe intervenuto nella discussione in difesa della mamma. Per sfuggire al patrigno, si è prima rifugiato in cameretta, poi inseguito dall’uomo è corso in cucina. Lì ha preso un coltello e, dopo essere stato raggiunto dal 38enne, lo ha colpito all’addome”.

Al momento il bambino, non imputabile, è ricoverato all’ospedale di Foggia per lesioni ai denti e sarà ascoltato nelle prossime ore. La donna invece è stata interrogata dai carabinieri per tutta la notte. L’omicidio del 38enne – coinvolto nell’operazione “Romanzo Criminale” del 2013 con cui la polizia arrestò una banda che nel 2012 mise a segno diversi omicidi – è avvenuto lunedì sera, e non c’è ancora completa chiarezza sulla dinamica del delitto. Renzulli dopo essere stato ferito ha chiamato il padre, che lo ha accompagnato all’ospedale di Foggia dove è morto poco dopo. Il procuratore di Foggia, Ludovico Vaccaro ha parlato di “un caso molto delicato”.

TAG: bambini, omicidio, violenza sulle donne
adv-961
Articoli Correlati