adv-946
<< POLITICA

E’ scontro sulle Regioni; il ministro Boccia: “A Natale solo con i parenti stretti”

| 13 Novembre 2020 | POLITICA

“A Natale sarà meglio stare solo in compagnia del “nucleo familiare più stretto”, come misura anti-Covid. Lo ha detto il ministro per gli Affari regionali e le Autonomie Francesco Boccia.

Una proposta che trova d’accordo l’infettivologo Massimo Galli. “Il punto è questo abbiamo fatto il lockdown a marzo fino a maggio, avevamo ottenuto in gran parte d’Italia l’annullamento della presenza del virus, abbiamo fatto un’estate come quella che abbiamo fatto e il Ferragosto è diventato un elemento di grande amplificazione dell’epidemia. Natale e Capodanno sono grandi feste, se le affrontiamo con lo stesso spirito di Ferragosto non ne usciamo più, se chiudiamo tutto ora e riapriamo a Natale è evidente che comunque la riapertura non sarà quella che può consentire alle persone di andare a cenoni e veglioni. E’ necessario purtroppo che gli italiani abbiano quelle cautele che impediscono al virus di circolare. Dovremo abituarci all’idea che al sacrificio non può seguire il ‘liberi tutti’ fino a che il vaccino non risolverà il problema”.

Il ministro Boccia ha poi affrontato il caso della Campania: “Vedremo il monitoraggio di domani e si deciderà quale colore per la Campania e per altre regioni”. Quindi ha aggiunto: “Le misure arriveranno tra sabato e domenica, ma si daranno sempre 24 ore di tempo dopo l’ordinanza del ministro della Salute per l’organizzazione territoriale”. “Non ci sarà alcun Dpcm”, ha risposto Boccia a una domanda precisa sul punto.

TAG: Dpcm, lockdown, Massimo Galli, ministro Boccia
adv-708
Articoli Correlati