Serie A, Milan a valanga, la Juventus torna a vincere, pari tra Fiorentina e Brescia

103

Ritorna l’intera giornata di serie a, divisa dal Lunedì al Mercoledì, con orari insoliti, anticipi alle 19:30, posticipi alle 21:45.

Nei due anticipi del Lunedì, delle 19:45 la Fiorentina viene fermata in casa dal Brescia, il Milan travolge 4-1 il Lecce.

All’Artemio Franchi succede tutto nel primo tempo.

Fallo di Caceres su Dessena mentre l’esterno del Brescia stava per battere a rete, nessun dubbio per La Penna è rigore.

Giusta la decisione dell’arbitro, dal dischetto va Donnarumma che spiazza Dragowski.

Al 29° la viola trova subito il pari.

Dagli sviluppi di un corner, Pulgar trova Pezzella in area di rigore, il capitano non sbaglia e regala il gol del definitivo 1-1.

Il Milan domina un Lecce senza idee e cattiveria.

Per i primi 25 minuti di gioco è un ottimo Gabriel a tenere in vita i padroni di casa.

Al 26° Castillejo sblocca la gara su assist di Calhanoglu.

Nella ripresa il Lecce trova il pareggio su un calcio di rigore che lascia qualche dubbio.

Dal dischetto va mancosu, che non sbaglia.

Il Milan però rimette subito la freccia e trova un uno-due micidiale il 2 minuti.

Prima Bonaventura sfrutta un errore dell’ex Gabriel e spinge il tiro di Calhanoglu in porta, poi Rebic lasciato solissimo dalla difesa salentina si invola verso la porta e trafige nuovamente il portiere leccese.

Nel finale c’è spazio anche per Leao, che di testa firma il gol del definitivo 1-4.

Nel posticipo serale la Juventus torna a vincere grazie alle reti di Cristiano Ronaldo e Dybala.

La squadra di Sarri ritrova la verve giusta, e domina la gara, ma riesce a sbloccarla solo per un episodio molto dubbio.

Trattenuta leggera di Denswil su De Light, inizialmente Rocchi fa giocare, poi, richiamato dal var, concede il rigore.

La trattenuta c’è ma è molto leggera e sembra il difensore olandese della Juve a franare poi sugli avversari, rigore molto dubbio.

Dal dischetto va Ronaldo che questa volta non fallisce.

Al 33° Dybala chiude i giochi con uno spettacolare scambio con Bernardeschi, l’argentino fa partire un bolide a giro di sinistro che non lascia scampo a Skoruspki.

Nella ripresa la Juve molla un po’ ed il Bologna esce alla distanza, e chiede un penalty per contatto Barrow/De Sciglio.

Il rigore sembra essere netto, molto più lampante e palese di quello di De Light, ma senza un motivo logico Var e rocchi fanno giocare.

Vibranti proteste del Bologna per il contatto netto, che costringe Barrow a lasciare il campo.

Al Dall’Ara finisce 0-2, per i bianconeri importantissima vittoria in vista della volata finale per il titolo.

Oggi in programma due anticipi delle 19:30, l’Hellas ospita il Napoli neo vincitore della Coppa Italia, sfida salvezza tra Spal e Cagliari.

In serata Torino –  Udinese e Genoa – Parma

close