fbpx
adv-145
<< EUROPA

L’allentamento delle restrizioni fa aumentare i prezzi del petrolio

| 6 Maggio 2020 | EUROPA

I prezzi del petrolio hanno registrato una tendenza al rialzo poiché le misure di deconfinamento sono state chiarite o addirittura attuate in tutto il mondo, un segnale incoraggiante per la ripresa del consumo di oro nero duramente colpito dalla pandemia.

Ieri un barile di Brent dal Mare del Nord per la consegna a luglio valeva 29,05 dollari a Londra, in crescita del 6,80% rispetto alla chiusura di lunedì, avvicinandosi al barile da 30 dollari di metà aprile. A New York, il barile americano di WTI per giugno ha guadagnato l’8,93%, a 22,21 dollari. Il giorno precedente, i prezzi del petrolio avevano finito di salire per la quarta sessione di seguito. 

L’ottimismo di un “ritorno alla normalità” globale sostiene i prezzi del greggio, afferma Naeem Aslam di Avatrade, prendendo ad esempio “gli ex centri della pandemia, come l’Italia e la Spagna, che stanno rallentando le loro misure di contenimento” e il Regno Unito “il cui corso dovrebbe essere organizzato questa settimana”.

Con infinite precauzioni, quindici Stati europei, tra cui il Belgio, hanno effettivamente intrapreso lunedì per allentare le misure di contenimento imposte per settimane ai loro abitanti.

“Forse il peggio è passato per il petrolio”, ha aggiunto Aslam, in particolare grazie a “riduzioni più o meno volontarie dell’offerta” e ad una “curva della domanda che potrebbe essere invertita”. “Ma l’idea che viaggeremo tanto quanto prima è fantasiosa, almeno a breve termine”, ha dichiarato Neil Wilson di Markets.com.

L’equilibrio del mercato è anche oggetto di notevoli sforzi sul versante dell’offerta. Da venerdì, i membri dell’Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio (OPEC) e i loro principali partner, riuniti all’interno dell’OPEC +, devono ritirare dal mercato 9,7 milioni di barili al giorno per stabilizzare prezzo.

Questa misura eccezionale, che deve essere gradualmente allentata da luglio, mira ad alleviare un mercato soffocato da un eccesso di offerta e scorte vicine alla saturazione con il calo dei consumi legato alla pandemia di coronavirus.

TAG: barile, coronavirus, Opec, Petrolio, scorte
adv-608
Articoli Correlati
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com