adv-119
<< EUROPA

Covid-19: I diritti fondamentali devono essere rispettati, avvertono gli eurodeputati

| 30 Aprile 2020 | EUROPA

Gli eurodeputati sottolineano la crucialità di tutelare democrazia, stato di diritto e diritti fondamentali mentre l’Europa cerca di contenere il COVID-19.

Situazioni straordinarie richiedono misure straordinarie: gli stati membri hanno messo in atto misure eccezionali per far fronte all’emergenza e frenare la diffusione della pandemia. Di conseguenza sono state imposte alcune restrizioni ai diritti dei cittadini, tra cui le libertà di riunione e circolazione, ed è stata data maggiore autorità agli organi esecutivi del governo.

In una risoluzione del 17 aprile, pur riconoscendo il bisogno di mettere in atto misure straordinarie, il Parlamento europeo ha rimarcato che tutti i provvedimenti devono rispettare lo stato di diritto, devono essere proporzionali e chiaramente correlati alla crisi sanitaria. Gli eurodeputati hanno anche sottolineato che tutte le misure devono essere temporanee e soggette a un regolare scrutinio.

Gli eurodeputati chiedono azioni concrete per tutelare lo stato di diritto

Durante la sessione plenaria del 17 aprile gli eurodeputati hanno espresso preoccupazione per le misure d’emergenza adottate in Ungheria e Polonia. In particolare hanno fatto riferimento alla decisione dell’Ungheria di prolungare a tempo indeterminato lo stato di emergenza del paese e di governare per decreto. Si è inoltre discusso della decisione della Polonia di tenere le elezioni presidenziali durante la pandemia nonostante le preoccupazioni per la regolarità delle elezioni con i nuovi metodi di voto e le difficoltà di portare avanti le campagne elettorali.

Gli eurodeputati hanno chiesto alla Commissione europea e al Consiglio di assicurare che tutte le azioni intraprese dagli stati membri siano in linea con i valori e i trattati dell’UE.

Durante la riunione della Commissione per le libertà civili (LIBE) del 23 aprile gli eurodeputati hanno ribadito che i diritti fondamentali devono essere rispettati, inclusi quelli per la protezione dei dati personali e della vita privata, in tutti i paesi membri e hanno chiesto alla Commissione europea di proporre delle linee guida.

Il gruppo di monitoraggio della democrazia, dello stato di diritto e dei diritti fondamentali della commissione LIBE sta seguendo da vicino l’impatto delle misure d’emergenza prese dagli stati membri.

Il Commissario per la giustizia Didier Reynders ha promesso che la Commissione continuerà a monitorare attentamente la situazione dello stato di diritto nei paesi dell’UE.

Gli eurodeputati hanno chiesto azioni decisive da parte del Consiglio e della Commissione europea per contrastare le violazioni più gravi in Polonia e Ungheria. Hanno inoltre criticato le due istituzioni per mancanza di progressi nella procedura in corso dell’articolo 7, che in presenza di un chiaro rischio di violazione dei valori dell’UE potrebbe portare a sanzioni ai due paesi, tra cui la sospensione del diritto di voto nel Consiglio.

TAG: coronavirus, eurodeputati, UE
adv-780
Articoli Correlati