sabato, Agosto 15, 2020
Home ESTERI La coalizione a guida saudita annuncia il cessate il fuoco nello Yemen

La coalizione a guida saudita annuncia il cessate il fuoco nello Yemen

-

La coalizione militare a guida saudita, che opera in Yemen a sostegno delle forze governative, ha annunciato un cessate il fuoco di due settimane a partire da giovedì per impedire la diffusione del coronavirus.

Nonostante la richiesta di un cessate il fuoco promossa dalle Nazioni Unite a marzo, la violenza è recentemente degenerata nello Yemen, un paese devastato dal conflitto armato, che non ha registrato ufficialmente alcun caso di infezione.

“Annunciamo un cessate il fuoco da (giovedì) per due settimane. Ci aspettiamo che gli Houthi (ribelli) accettino. Stiamo preparando il terreno per combattere la malattia di Covid-19“, ha detto mercoledì un funzionario saudita. Secondo il funzionario, questo cessate il fuoco unilaterale entrerà in vigore giovedì alle 9:00.

I ribelli Houthi sostenuti dall’Iran non hanno risposto immediatamente all’offerta. La coalizione intende fermamente rispettare queste due settimane di cessate il fuoco, riservandosi il diritto di difendersi in caso di attacco, ha affermato il funzionario saudita. Il cessate il fuoco può essere esteso se gli Houthi rispondono “positivamente” alla mossa della coalizione, ha aggiunto.

Il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres ha accolto con favore l’annuncio della coalizione militare, che “può aiutare a promuovere gli sforzi di pace e la risposta del paese alla pandemia di Covid-19”.

“È solo attraverso il dialogo che le parti saranno in grado di concordare un meccanismo per mantenere un cessate il fuoco a livello nazionale” e “la ripresa di un processo politico per raggiungere un soluzione globale del conflitto”, ha dichiarato Antonio Guterres in una nota.

Il 23 marzo, ha chiesto un “cessate il fuoco immediato in qualsiasi parte del mondo” per preservare i civili più vulnerabili nei paesi devastati dalla guerra di fronte alla “furia” di Covid-19.

Ha invitato mercoledì “il governo e gli Houthi a impegnarsi in buona fede e senza precondizioni nei negoziati”, facilitato dall’inviato speciale delle Nazioni Unite per lo Yemen, Martin Griffiths. Quest’ultimo da parte sua ha chiamato i belligeranti a “cogliere questa opportunità e immediatamente cessare tutte le ostilità”, in una dichiarazione.

La guerra nello Yemen ha coinvolto avversari locali per cinque anni, supportati da potenze regionali rivali. Il governo riconosciuto dalla comunità internazionale, supportato dal 2015 da una coalizione militare guidata dall’Arabia Saudita, sta combattendo contro gli Houthi.

Di fronte alla peggiore crisi umanitaria del mondo, lo Yemen, il paese più povero della penisola arabica, finora non ha registrato casi di malattia di Covid-19.

Ma le organizzazioni umanitarie temono una catastrofe se il paese fosse colpito dal nuovo coronavirus. Con un sistema sanitario senza sangue e una carenza di acqua potabile, lo Yemen è già stato colpito da epidemie come il colera.

La guerra ha causato decine di migliaia di persone morte, per lo più civili, secondo varie ONG, e circa 24 milioni di yemeniti, oltre i due terzi della popolazione, hanno bisogno di aiuti umanitari, secondo le Nazioni Unite.


close







close






4,100FansLike
1,175FollowersFollow
- Advertisment -

I Più Letti

M5S: da Rousseau via libera a modifica mandato zero e alleanze...

0
Con 39mila sì alla modifica del mandato zero e 29mila sì alle alleanze locali, si è conclusa la votazione sulla piattaforma Rousseau che quindi sposa...

editoriale

Il lato oscuro del monitoraggio digitale in un’app anti coronavirus

0
In Corea del Sud hanno tenuto sotto controllo la curva delle infezioni da coronavirus senza chiudere locali pubblici e scuole, senza imporre drastiche restrizioni...