CoronaVirus: Report and censure

Per gli studiosi Botao Xiao e Lei Xiao: “Il virus potrebbe essere stato causato dagli animali infetti da laboratorio”

570
Rising speculation Covid-19

Se io avessi un mondo come piace a me, là tutto sarebbe assurdo: niente sarebbe com’è, perché tutto sarebbe come non è, e viceversa! Ciò che è, non sarebbe e ciò che non è, sarebbe… (Alice in the wonderland)

Semmai citazione fu più azzeccata, mai come ora, guardando verso la Cina, fu mai espressa.

Mentre l’I.P.I. (International Press Istitute) denuncia l’espulsione di molti giornalisti da Wuhan e la censura dell’informazione pubblica, noi cerchiamo di capire e soprattutto parlare di cosa sta succedendo veramente in Cina e di cosa non si sta discutendo o Di nascondere.

Dall’inizio di gennaio, pur di contenere l’incontenibile, a Wuhan – e successivamente in tutta la Cina – polizia e militari indossando maschere tipo N95, in uso agli specialisti NBC, massacrando di botte chiunque si trovi nelle zone contagiate (e parliamo di una zona di molti chilometri) e non si sia recato di spontanea volontà nei campi di quarantena.

Manganelli, calci, pugni a donne, anziani, ragazzi senza parlare delle abitazioni bruciate e dei palazzi dove vengono scaraventati dalle finestre mobili e vestiti per dargli fuoco.

Un massacro mai visto, considerato che il partito comunista utilizza anche uomini in borghese con una fascia rossa al braccio che ci ricorda le SS.

A tutto questo disastro e disumanità stanno assistendo i “potenti del mondo” attraverso i satelliti spia e i reporter che prima di tutti si sono trascinati lì per raccontare la verità,come se fosse guerra.

Tutti tacciono in Cina e per la Cina…anche i diritti umani!

Nessuno si è chiesto che fine hanno fatto le migliaia di vittime del COVID-19, eppure qualcuno doveva chiederselo visto e considerato che da dicembre quel governo comunista ha taciuto pur sapendo.

Lo riporta il Torontosun che a tal proposito scrive in un articolo di qualche giorno fa che sono stati rilevati alti livelli di SO2 (anidride solforosa) su Wuhan e Chongqing, in quanto in entrambe le città stanno cremando i corpi dei morti in quantità pazzesca.

Questo confermerebbe quel dubbio che ci ha assillato e cioè “che i decessi per coronavirus siano di più di quante nelle informazioni trasmesse (report).

Le immagini meteorologiche che dimostrano le emissioni di SO2 sono state trasmesse dal Daily Mail e dimostrano che tali livelli superano di gran lunga quelli che l’OMS (Organizzazione mondiale della sanità) ha ritenuto sicure.

Qui ci scappa l’epidemia

Peccato che così facendo, cioè cremando i corpi, le emissioni contribuiranno a creare problemi respiratori con gravi attacchi di asma e problemi polmonari che facilmente il Covid-19 può aggredire.

La smentita delle cremazioni e dei dati sull’emissione del SO2 sono state smentite da tutte le parti

Ma una cosa non si può smentire: la Festa della Primavera.

Il danno dell’epidemia e stata la mancanza della divulgazione delle informazioni e di una presa di precauzione da parte “delle autorità cinesi” che già a gennaio permisero, per il “Capodanno lunare”, di abbandonare il paese a milioni di abitanti.

Il “Capodanno lunare o festa della Primavera” è di tradizione cinese e si festeggia fra il 21 gennaio e il 19 febbraio.

Se da una parte l’OMS in un articolo di febbraio scrive:Come per SARS-CoV e MERS-CoV, si ipotizza che la trasmissione non sia avvenuta direttamente da pipistrelli all’uomo, ma che vi sia un altro animale ancora da identificare che ha agito come una specie di trampolino di lancio per trasmettere il virus all’uomo”, dall’altra sembra più diffondersi la verità che il “virus” sia stato creato da un laboratorio.

Era il 30 dicembre quando Lì Wenliang il famoso medico oculista, il quale nessuno aggiunse che era un ricercatore, scrisse questo messaggio “Quando li ho visti circolare online, mi sono reso conto che era fuori dal mio controllo e probabilmente sarei stato punito.”

Cosa doveva essere fuori dal suo controllo se tutti hanno dichiarato che il virus è scoppiato a causa di un animale venduto nel mercato ittico?

Il Direttore del TGcom24, Paolo Liguori lancia la notizia: “Da quanto mi riferiscono da alcuni anni questo laboratorio ha iniziato degli esperimenti militari, quindi coperti dalla più grande riservatezza. Così come l’America e la Russia, anche la Cina sta lavorando a dei virus e batteri pericolosi da utilizzare in una eventuale guerra batteriologica“, spiega Liguori, riferendo che la fonte è attendibile.

Inizia subito il depistaggio, tutti criticano e innescano la guerra delle fake e del complotto, ma la verità è un’altra…

A riportare la fonte è il Daily Mail che riporta le affermazioni di due studiosi Botao Xiao e Lei Xiao i quali affermano: “le possibili origini del coronavirus 2019-nCoV potrebbero avere come causa gli animali infetti tenuti in laboratorio dal Centro per il Controllo delle Malattie di Wuhan (WHCDC), tra cui 605 pipistrelli”, a conferma aggiungono: “Il WHCDC è anche vicino all’Union Hospital dove il primo gruppo di medici è stato infettato durante questa epidemia. È plausibile che il virus sia trapelato e che alcuni di essi abbiano contaminato i pazienti iniziali, sebbene siano necessarie nuove prove”.

Ma c’è di più, i due medici che conoscono le specifiche dei pipistrelli per aver studiato la “SARS e MERS” hanno dichiarato ad alcuni reporter: “i pipistrelli di cui si parla si trovano a circa 960 chilometri di distanza dal mercato del pesce di Wuhan e la probabilità che i pipistrelli abbiano compiuto un volo così lungo, dalle province di Yunnan e Zhejiang è impossibile”.

Ma noi abbiamo trovato il rapporto e ne pubblichiamo alcuni frammenti.

 

Il coronavirus 2019-nCoV ha causato un’epidemia di 28.060 con-laboratorio Infezioni nell’uomo, inclusi 564 decessi in Cina entro il 6 febbraio 2020. Due descrizioni del virus pubblicato su Nature questa settimana ha indicato che la sequenza del genoma nei pazienti erano identici al 96% o 89% al coronavirus Bat CoV ZC45 originariamente per Rhinolophus affinis 1,2 . Era fondamentale studiare da dove provenisse il patogeno e passato sull’essere umano.

Un articolo pubblicato su The Lancet riportava che 41 persone a Wuhan erano state uccise hanno la sindrome respiratoria acuta e 27 di loro hanno avuto contatti con Huanan. Mercato 3. Il 2019-nCoV è stato trovato in 33 dei 585 campioni raccolti.

Il mercato era sospettoso di essere l’origine dell’epidemia e la giù secondo la regola della quarantena la fonte durante un’epidemia.

I pipistrelli che trasportavano CoV ZC45 furono originariamente trovati nello Yunnan o nello Zhejiang entrambi distanti più di 900 chilometri dal mercato del pesce. Il pipistrello normalmente trovato a vivere in grotte e alberi. Ma il mercato del pesce è molto popopale nel distretto di Wuhan, metropolitano di circa 15 milioni di persone. La probabilità era molto bassa pipistrelli per volare al mercato. Secondo i rapporti comunali e le testimonianze di 31 residenti e 28 visitatori, il pipistrello non è mai stato una fonte di cibo in città e nessun pipistrello è stato scambiato nel mercato. Vi era una possibile ricombinazione naturale o ospite intermedio del coronavirus tuttavia sono state riportate poche prove.

C’era qualche altro percorso possibile? Abbiamo proiettato l’area intorno alla superficie del mercato e identificato due laboratori che conducono ricerche sul coronavirus dei pipistrelli. A pochi metri dal mercato, c’era il Wuhan Center for Disease Control & Pre (WHCDC) (Figura 1, da Baidu e Google Maps). WHCDC ha ospitato animali in travaglio a scopo di ricerca, uno dei quali era specializzato nella raccolta e identificazione di agenti patogeni. In uno dei loro studi, sono stati catturati 155 pipistrelli tra cui Rhinolophus affinis provincia e altri 450 pipistrelli sono stati catturati nella provincia di Zhejiang . L’esperto è stato annotato in Contributi dell’autore (JHT) . Inoltre, è stato trasmesso per il colvirus su giornali e siti Web nazionali nel 2017 e nel 2019 7,8 . Descrive una volta è stato attaccato da pipistrelli la sua pelle. Si inginocchiò e il sangue di una mazza sparò estremo pericolo di infezione, quindi si è messo in quarantena per 14 giorni. In un altro caso si è nuovamente messo in quarantena perché i pipistrelli gli facevano pipì addosso. È stato eseguito un intervento chirurgico sugli animali in gabbia e i campioni di tessuto sono stati raccolti.

Il secondo laboratorio si trovava a circa 12 chilometri dal mercato dei frutti di mare e dal Wuhan Institute of Virology, Chinese Academy of Sciences . Questo laboratorio riferito che i pipistrelli a ferro di cavallo cinesi erano serbatoi naturali per la grave sindrome respiratoria coronavirus (SARS-CoV) che ha causato la pandemia 2002-3 Il ricercatore principale ha partecipato a un progetto che ha generato un virus chimerico il sistema di genetica inversa SARS-CoV, e ha riportato il potenziale per l’uomo emergenza  . Una speculazione diretta era che SARS-CoV o il suo derivato potrebbero fuoriuscire dal laboratorio.

In sintesi, qualcuno è stato coinvolto nell’evoluzione del coron 2019-nCoV.

Oltre alle origini della ricombinazione naturale e dell’ospite intermedio, il killer corona probabilmente proviene da un laboratorio a Wuhan. Potrebbe essere necessario reintegrare il livello di sicurezza laboratori a rischio biologico ad alto rischio. I regolamenti possono essere adottati per il trasferimento in laboratori lontani dal centro città e da altri luoghi densamente popolati.

Estrazione e sequenziamento del DNA e dell’RNA 4, 5 . I campioni di tessuto e contaminati erano fonte di agenti patogeni. Erano solo 280 metri dal pesce di mare WHCDC era anche adiacente all’Union Hospital (Figura 1, in basso) dove si trovava il primo dei medici sono stati infettati durante questa epidemia.

È plausibile che il virus sia trapelato e alcuni di loro hanno contaminato i primi pazienti di questa epidemia, sebbene sono necessari in studi futuri.

Sono stati riportati l’isolamento e la caratterizzazione di un nuovo coronavirus da pipistrello che è molto più vicino al grave sistema respiratorio acuto sindrome coronavirus (SARS-CoV) in sequenza genomica rispetto ad altri precedentemente riportati, in particolare nel suo gene S. Voce cella e studi di suscettibilità hanno indicato che questo virus può usare ACE2 come recettore e infettare le linee cellulari animali e umane.