mercoledì, Settembre 23, 2020
Home MUSICA Diodato, vincitore del Festival di Sanremo 2020

Diodato, vincitore del Festival di Sanremo 2020

-

Diodato trionfa con il primo posto, seguito da Francesco Gabbani e i Pinguini Tattici Nucleari.

La classifica finale di Sanremo 2020 vede al primo posto Diodato, che ha vinto con la canzone “Fai rumore”. Il secondo classificato di Sanremo è stato Francesco Gabbani, vincitore dell’edizione del 2017, con “Viceversa”, mentre terzi sono arrivati i Pinguini Tattici Nucleari con “Ringo Starr”. Ecco la classifica finale:

  1. Diodato
  2. Francesco Gabbani
  3. Pinguini Tattici Nucleari
  4. Le Vibrazioni
  5. Piero Pelù
  6. Tosca
  7. Elodie
  8. Achille Lauro
  9. Irene Grandi
  10. Rancore
  11. Raphael Gualazzi
  12. Levante
  13. Anastasio
  14. Alberto Urso
  15. Marco Masini
  16. Paolo Jannacci
  17. Rita Pavone
  18. Michele Zarrillo
  19. Enrico Nigiotti
  20. Giordana Angi
  21. Elettra Lamborghini
  22. Junior Cally
  23. Riki

Ma chi è Diodato? La sua carriera musicale inizia all’estero, precisamente a Stoccolma, dove partecipa a una compilation lounge cantando il brano «Libiri» .Tornato in Italia, Diodato si laurea al Dams di Roma e si dedica alla musica: nel 2007 incide un EP autoprodotto, nel 2010 il singolo «Ancora un brivido». La prima offerta discografica arriva qualche anno più tardi. L’anno più importante è il 2013: esce il disco «E forse sono pazzo» (e ottiene ottime recensioni), il video del singolo «Ubriaco» viene scelto da MTV New Generation, è invitato ad esibirsi al concerto del Primo Maggio di Taranto. Infine, nel dicembre 2013, viene selezionato per partecipare al Festival di Sanremo dell’anno successivo tra le nuove proposte, arrivando secondo. Nel 2018, invece, viene di nuovo chiamato a salire sul palco dell’Ariston. Stavolta, con il brano «Adesso» e in coppia con il trombettista Roy Paci, arriva ottavo. Due anni dopo, eccolo di nuovo al Festival con il brano ‘Fai rumore’ che gli regala la vittoria. Un pezzo elegante e romantico, con un ritornello che non si dimentica facilmente. Il testo del pezzo ha un significato molto profondo. In una intervista Diodato ha affermato: “Fai rumore è un invito ad abbattere le barriere dell’incomunicabilità, le distanze pesanti create dai silenzi, questo brano è un invito a a farsi sentire, a non soffocare nel silenzio delle incomprensioni, del non detto dove muore ogni umanità. È un atto di ribellione che ha l’amore come finalità, nel senso più ampio possibile”.

4,104FansLike
1,171FollowersFollow
- Advertisment -

I Più Letti

L’UE si impegna a sostenere e investire a Buenaventura in Colombia

0
Dopo aver incontrato virtualmente il sindaco Víctor Hugo Vidal e il suo team, gli ambasciatori europei hanno ribadito il loro impegno a lavorare sui...

editoriale

Il nuovo dramma delle donne migranti negli USA: la sterilizzazione

0
Secondo un rapporto riferito, dozzine di donne migranti detenute in un centro di detenzione negli Stati Uniti hanno subito un intervento chirurgico per rimuovere...