Serie A: La Lazio vola in alto, battuta la Juventus. Milan la cura Pioli funziona

285

La quindicesima giornata di Serie A conferma la crisi del Napoli che non sa più vincere e il primo posto dell’Inter che pareggia in casa con la Roma. Colpaccio Lazio, travolta la Juventus in rimonta.

La squadra di mister Ancelotti è irriconoscibile, senza idee e carattere.

Va in svantaggio nel primo tempo con il gol di Lasagna, poi trova il pareggio con l’ex di turno Zielinski.
Un punto che serve a poco, se non ad allontanare il Napoli sempre più dalla zona Champions.

Partita con poche emozioni quella di San Siro tra Inter e Roma.

Qualche disimpegno sbagliato della difesa della Roma accende il match, ma l’Inter, con Lukaku prima e con Brozovic poi, spreca ogni occasione.

Lazio che carattere, la squadra di Inzaghi va sotto a metà primo tempo dopo un azione strepitosa tra Dybala, Bentancourt e Ronaldo.

Allo scadere del primo tempo Luiz Felipe trova il gol del pareggio.

Nella ripresa la Juventus sembra non avere idee, e la Lazio ne approfitta.
Luis Alberto inventa, Savic fa uno stop suntuoso e trova il gol del sorpasso.

Nel finale espulso Cuadrado per fallo da ultimo uomo su Lazzari. Immobile sbaglia un rigore, poi ci pensa Caicedo a chiudere il match al 91°.

Altro match pieno di polemiche al via del Mare tra Lecce e Genoa.

I rossoblù vanno sul doppio vantaggio nel primo tempo grazie al golasso di Pandev da centrocampo e al rigore di Criscito al 98°.

Nella ripresa succede di tutto.
Prima il Lecce accorcia le distanze con un super gol di Falco, poi il genoa resta in 10 per la doppia ammonizione di Agudelo.

La squadra dell’ex Liverani, trova subito il gol del 2-2 con Tabanelli e sette minuti più tardi il Genoa resta addirittura in 9 per l’espulsione di Pandev.
A nulla serve il forcing finale del Lecce, il match termina in parità.

Vittoria in rimonta per l’Atalanta di Gasperini, che vince in casa per 3-2.

Verona in vantaggio con Di Carmine, viene rimontata dal siluro di Malinovsky nel primo tempo.

Nella ripresa, ancora Di Carmine porta avanti la squadra di Juric, ma l’Atalanta non ci sta e prima pareggia con Muriel da rigore, poi trova il vantaggio al 93° con Djimsiti.

In zona Champions frena il Cagliari che pareggia in casa del Sassuolo.

Neroverdi che trovano il doppio vantaggio nel primo tempo con Berardi e Djuricic, si fanno rimontare, nella ripresa, dal gol di Joao Pedro e dalla rete a tempo ormai scaduto di Ragatzu.

Il Torino ritrova la vittoria casalinga, battendo una Fiorentina sempre più in crisi.

Zaza sblocca il match nel primo tempo, Ansaldi sembra chiuderlo nella ripresa, ma la Fiorentina non ci sta e riapre il match al 91° con Caceres.

Nel finale è Chiesa a sfiorare il gol del clamoroso 2-2 con un siluro da fuori area a Sirigu battuto.

Colpo salvezza del Brescia in casa della Spal.
Partita con pochissime emozioni che viene sbloccata da un azione roccambolesca, con un tapin a porta vuota di Balotelli.

Il Parma vince sul campo della Sampdoria e si avvicina alla zona europa, agganciando il Napoli a 21 punti.

Decisiva la rete nel primo tempo del solito Kucka.

Pioli risolleva il Milan, che con uno spettacolare 2-3 espugna il Dall’Ara.

Rossoneri che sbloccano il match con il rigore di Piatek.

Negli ultimi 10 minuti fa tutto Theo Hernandez che prima segna il 2-0 poi si fa autogol 3 minuti più tardi.

Nella ripresa Bonaventura mette la freccia e realizza il gol del 3-1.

Nel finale un rigore anche per il Bologna che trova con Orsolini il gol del 2-3 finale.

close