La Casa Bianca conferma che non collaborerà contro il Presidente

161

La Casa Bianca ha confermato che non intende partecipare alla Camera dei rappresentanti per l’accusa di Donald Trump, definendo il processo una “farsa“.

Come sapete, le vostre indagini sull’accusa sono assolutamente prive di fondamento“, ha scritto l’avvocato Pat Cipollone in una lettera al portavoce del Partito Democratico Jerry Nadler, presidente del comitato giudiziario della Camera.

La Casa Bianca che finora ha rifiutato di collaborare con l’inchiesta democratica, ha avuto tempo fino a ieri sera per dire se avrebbe aiutato, attraverso un avvocato, a elaborare le accuse in commissione.

I democratici hanno annunciato giovedì che la Camera dei rappresentanti, nella quale detengono la maggioranza, si impegnerà a redigere l’accusa del presidente degli Stati Uniti. L’ostacolo principale per il buon funzionamento del Congresso dovrebbe essere tenuto contro il Presidente in particolare.

Si terrà quindi un voto su questa accusa di impeachment: prima nella commissione giudiziaria, forse già dalla prossima settimana, poi in sessione plenaria, presumibilmente prima di Natale. Ma il presidente degli Stati Uniti dovrebbe quindi essere assolto al Senato, controllato dai repubblicani.