L’eccellenza italiana del jazz è donna: a Giuliana Soscia il primo premio al Barga Jazz 2019

0
1041

Giuliana Soscia si è aggiudicata il primo premio assoluto al Barga Jazz 2019, Concorso Internazionale di Arrangiamento e Composizione per Orchestra Jazz, giunto alla 31*edizione e dedicato quest’anno ad arrangiamenti di musiche originali del trombettista newyorchese Dave Douglas .

Unica donna in una rosa di sette finalisti, Giuliana Soscia si è affermata con l’arrangiamento del brano Charms of the Night Sky , che ha avuto la meglio sugli arrangiamenti proposti da Alessio Sacco, Eduardo Rojo, Fulvio Epifani, Andrea Di Marcobernardino , Francesco Briotti e Alex Cssanyes.

Il Barga Jazz Festival è una manifestazione musicale jazzistica che si tiene in estate a Barga, in provincia di Lucca. Il Festival comprende, oltre ai concerti, il Concorso Internazionale di Arrangiamento e Composizione per Orchestra Jazz, il Barga Jazz Contest, attività didattiche e manifestazioni collegate.

Il prestigioso riconoscimento premia la creatività e l’eccellenza di Giuliana Soscia, pianista, direttore d’orchestra jazz e apprezzata compositrice e arrangiatrice, con un posto di rilievo nel panorama del jazz internazionale.

E un posto di assoluto rilievo spetterà a Giuliana Soscia anche nell’ambito della manifestazione “Il jazz italiano per le terre del sisma – L’altra metà del jazz”, organizzata dall’Associazione MIDJ – Musicisti Italiani di Jazz e Casa del Jazz. La manifestazione si svolgerà a L’Aquila il 1* settembre alle ore 17.30 presso l’Emiciclo del Palazzo del Governo. La grande maratona del jazz italiano – promossa dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e dal Comune dell’Aquila e sostenuta dalla Società Italiana degli Autori ed Editori, con il supporto di NUOVOIMAIE e il contributo tecnico di CAFIM – quest’anno dedicherà un focus alla creatività femminile. Giuliana Soscia dirigerà come ospite nel concerto dedicato a Miles Davis due brani: un suo arrangiamento, scritto per questa occasione, del celebre “Human Nature”, reso famoso da Michael Jackson e dalla versione jazzistica di Miles Davis, e una sua composizione intitolata Lu Scottis contenuta nel CD “Megaride” con il trombettista e flicornista italiano Paolo Fresu .

Il concerto proseguirà con direzione e arrangiamenti di Pino Jodice , docente di composizione jazz del Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano, che ospita e gestisce l’Orchestra composta dagli allievi dei conservatori italiani. Tale progetto educativo, finanziato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, ha l’obiettivo di far conoscere e promuovere il sistema dell’Alta Formazione Artistica e Musicale e il suo patrimonio artistico e umano.

Alla condivisione e trasmissione del suo patrimonio artistico personale e professionale, Giuliana Soscia dedicherà due giornate di masterclass (L’Arte dell’Improvvisazione da Oriente ad Occidente) presso il Conservatorio “Santa Cecilia” di Roma. La Masterclass è destinata a tutti i musicisti, già allievi del Conservatorio o esterni, che vogliano approfondire l’arte dell’improvvisazione, dalla musica indiana, al jazz, alla musica classica contemporanea. Alla masterclass parteciperanno in qualità di docenti anche il sassofonista Mario Marzi , Rohan Dasgupta , Paolo Innarella, Sanjay Kansa Banik e Marco de Tilla .

L’evento, sotto il patrocinio del Progetto del Ministero dell’Università e della Ricerca “Studi e ricerche sulle culture dell’Asia e dell’Africa” e dell’Associazione Internazionale di Studi sul Mediterraneo e l’Oriente , si svolgerà il 13 e 14 settembre presso la Sala Accademica del onservatorio, in Via dei Greci a Roma e si concluderà con un Concerto sabato 14 alle 18,00, sempre presso la Sala Accademica. Verranno eseguite musiche di Giuliana Soscia e un suo arrangiamento del brano Vaishnav Jana To Tene Kahiye, con la partecipazione di Daniele Roccato e gli allievi della Masterclass, dedicato al 150° anniversario della nascita del Mahatma Gandhi. Del brano, interpretato per questa ricorrenza in 124 paesi del mondo, per la prima volta sarà presentata anche la versione jazzistica.

Il Concerto sarà preceduto da un incontro con Giuliana Soscia in cui verrà presentato il suo lavoro discografico Giuliana Soscia Indo Jazz Project, pubblicato nel 2018 per BAM International con il sostegno di ISMEO, nell’ambito della rassegna intitolata “Alziamo il Volume – Incontri con l’Autore, XI ciclo”, curata da Roberto Giuliani, direttore del Conservatorio di Santa Cecila, Carla Conti , professore ordinario di Direzione di Coro e Repertorio Corale presso il Conservatorio. All’incontro parteciperanno anche il Presidente dell’ISMEO, Adriano Rossi, e Daniele Roccato, contrabbassista solista e compositore.

close
close