fbpx
adv-634
<< CRONACA

Tra Roma e Berlino è scontro sulla Sea Watch 3

| 1 Luglio 2019 | CRONACA

Nuovo scontro sulla vicenda Sea Watch tra Berlino e Roma.

Il presidente tedesco Steinmeier critica l’arresto della comandante. “Può darsi che ci sia una legislazione italiana su quando una nave può entrare in porto e quando no, e può anche essere che ci siano reati amministrativi o reati penali. Tuttavia – ha detto Steinmeier alla Zdf – l’Italia non è uno Stato qualsiasi, è al centro dell’Ue, è uno Stato fondatore dell’Ue. Ed è per questo che ci aspettiamo che affronti un caso del genere in modo diverso. Coloro che salvano vite umane non possono essere criminali”.

“Steinmeier si occupi della Germania”, replica il ministro dell’Interno, Matteo Salvini.

“Al Presidente tedesco chiediamo cortesemente di occuparsi di ciò che accade in Germania e, possibilmente, di invitare i suoi concittadini a evitare di infrangere le leggi italiane, rischiando di uccidere uomini delle Forze dell’Ordine italiane. A processare e mettere in galera i delinquenti ci pensiamo noi”.

E la Francia “si rammarica” che sulla vicenda Sea Watch si “sia arrivati a questa situazione perché il governo italiano fa purtroppo la scelta di una strategia per rendere isterico” il dibattito su “argomenti chiaramente molto dolorosi”: ha detto la portavoce del governo Macron, Sibeth Ndiaye. In particolare Ndiaye afferma che “Salvini strumentalizza politicamente degli episodi dolorosi, mentre noi sui migranti rispondiamo con le cifre”.

adv-760

Immediata la replica di Salvini: “Visto che il governo francese è così generoso (almeno a parole) con gli immigrati, indirizzeremo i prossimi eventuali barconi verso Marsiglia”.

Da Cantù il ministro dell’Interno Matteo Salvini ha detto che “in settimana faremo una riunione per intervenire sui micro sbarchi di migranti, nessuna modifica al decreto sicurezza”. Non teme di rovinare rapporti con l’Europa? “Vi sembra normale che ci sia una nave olandese con equipaggio tedesco che tenta di ammazzare dei militari italiani? Io devo difendere il mio Paese. Hanno agito da criminali, quelle immagini le  hanno viste in tutto il mondo”.

“È stata fatta una manovra in condizioni di estrema difficoltà, ma non c’è stato alcun atto criminale né la volontà di speronare la motovedetta o uccidere qualcuno, solo la necessità di salvare delle vite“.

Così uno dei legali di Sea Watch, Salvatore Tesoriero, ha ricostruito la manovra che ha portato all’arresto della comandante Carola Rackete, sottolineando che “non c’è stato alcun contatto” con la Gdf. Da parte di Carola, ha ribadito, “c’era solo la necessità di portare in salvo persone in condizioni estreme.

Carola Rackete, ha aggiunto Tesoriero, è “molto provata” per quanto accaduto, ma allo stesso tempo “molto forte e lucida” nel rivendicare le sue scelte. Più volte, dopo l’arresto, ha chiesto come stessero i 40 migranti sbarcati dalla nave, informandosi su quali fossero le loro condizioni. “La comandante fuorilegge ha giustificato il folle attracco che ha messo a rischio la vita degli agenti della Guardia di finanza dicendo che c’era uno ‘stato di necessità’. Ma se nessuno dei 41 immigrati a bordo aveva problemi di salute, di quale necessità parlava?”: scrive su twitter Salvini.

Sul comportamento della comandante interviene anche il premier, Giuseppe Conte: “Non evocherei concetti così forti come disobbedienza civile. Io ci vedo un ricatto politico deliberato sulla vita di quaranta persone”.

E il procuratore di Agrigento Luigi Patronaggio, il suo vice Salvatore Vella e il pubblico ministero Gloria Andreoli hanno chiesto, la convalida dell’arresto di Carola Rakete. I reati contestati sono rifiuto di obbedienza a nave da guerra, resistenza o violenza contro nave da guerra e navigazione in zone vietate.

I pm chiedono solo il divieto di dimora in provincia di Agrigento. Il giudice per le indagini preliminari del tribunale di Agrigento, Alessandra Vella, ha fissato l’interrogatorio della comandante della Sea Watch3 per il pomeriggio.

TAG: berlino, Macron, roma, Salvini, sea watch 3, Steinmeier, UE
adv-357
Articoli Correlati