fbpx
adv-695
<< POLITICA

Direzione PD, cercasi direzione

| 3 Maggio 2018 | POLITICA

È sceso sotto il 20% ma resta il secondo partito italiano. Soffre il protagonismo dei suoi leader (giunto con Renzi ai massimi storici). Accetta l’inevitabile riflessione autocritica, ma la svuota di significato quando sembra aspettare da chi l’ha affossato – sempre Renzi – risposte convincenti per il futuro. Chi sarà mai questo PD fatto di tanti personaggi in cerca di uno straccio d’autore che riesca a dare una linea unitaria e soprattutto una visione politica convincente dopo la batosta del 4 marzo? È il partito dal quale, nonostante tutto, sembra impossibile prescindere per trovare un’alchimia di governo che pure non convince nessuno.

È l’alcova freddo di un’amante precocemente invecchiata ma solo tardivamente abbandonata da tanti italiani. È la fucina annebbiata di un fermento sociale che ha i riflettori puntati sempre meno sulle reali esigenze (ed evidenti difficoltà) degli italiani, e sempre più su istanze ‘ereditate’ in un contesto internazionale difficile, subìto più che scelto. In ordine sparso, la sinistra s’interroga su se stessa. Le cinque correnti interne – Renzi, Franceschini, Orlando, Martina ed Emiliano – cercano lumi sulla strada da seguire per proporre una (nuova?) leadership.

Per ora nulla è chiaro: nemmeno chi sia  il nemico comune. Siamo tutti spettatori interessati. In trepida attesa che l’amante si rifaccia il trucco.  Speriamo che le cinque correnti non ci facciano venir voglia invece di chiudere la finestra. Per timore di ammalarci.

adv-615
Articoli Correlati
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com