fbpx
adv-843
<< POLITICA

Quale centro?

| 29 Luglio 2017 | POLITICA

La democrazia cristiana, secondo la definizione di un padre fondatore come De Gasperi, era un partito di centro che guardava a sinistra. Uno sguardo che si è storicamente concretizzato nelle alleanze con le forze laiche e socialiste, che hanno governato il Paese per decenni, nel serrato confronto con i comunisti e nelle posizioni della Chiesa post conciliare di Giovanni XXIII.

Solo con l’avvento della seconda repubblica, ed il passaggio dal proporzionale al maggioritario, il centro si è frantumato, perdendo la sua funzione di stabilizzatore interclassista, ed ha distribuito il suo patrimonio di idee e di consensi nei due contenitori
politici nati dalla riforma elettorale.

Attraverso di essi ha ripreso vigore la destra, che sembrava ormai relegata ad un ruolo marginale di pura testimonianza, e si è affermata la sinistra postcomunista, paradossalmente abilitata dalla caduta del muro di Berlino ad accedere alla stanza dei bottoni.

adv-129

L’ultima legislatura, quella della non vittoria di Bersani, dell’irruzione di un soggetto politico che ha determinato la crisi del bipolarismo, dell’avvento di Renzi alla guida di un PD non più egemonizzato dagli ex comunisti e della riforma istituzionale cancellata dal referendum, ha mescolato tutte le carte, sconvolto gli assetti, restituito al centro una ragion d’essere.

Ed è in atto un fiorire di manovre di posizionamento, un proliferare di centrini guidati da reduci di infinite battaglie di retroguardia, combattute nelle retrovie dei due grandi eserciti che si contendevano il potere, una giostra di coriandoli impazziti e vorticosamente svolazzanti, incapaci di costruire un progetto più nobile della mera ricerca di sopravvivenza.

Non sarà certo una parodia di centro a poter assicu rare la governabilità nella situazione di incertezza che verrà a crearsi dopo le elezioni, con gli enormi problemi che riempiono il nostro orizzonte di nubi minacciose, foriere di tempeste. Occorre partire da qualcosa che esiste, anche se la fatica di questo tempo sembra quella di distruggerla.

TAG: centro, De Gasperi, democrazia cristiana
adv-328
Articoli Correlati