Ancora problemi per chi utilizza Whatsapp con una certa costanza. La piattaforma di messaggistica istantanea ha smesso di funzionare a partire dalle 19. Ovviamente, il mondo dei social network è in tumulto, quasi in totale panico.

Non è un buon periodo per l’applicazione destinata all’invio di messaggi, foto, audio e video. Un problema simile aveva coinvolto il programma acquistato da Facebook lo scorso 3 maggio. In quel caso, i disservizi si sono protratti per un’intera serata, lasciando milioni di utenti di tutto il Web in una sorta di panico. Soltanto nella giornata di ieri (16 maggio), una situazione analoga aveva colpito Instagram, la nota piattaforma a sua volta appartenente al gruppo di Mark Zuckerberg da ben cinque anni.

L’attenzione della maggior parte degli utenti virtuali si sposta come sempre su Twitter. Ancora una volta, l’hashtag #whatsappdown è diventato virale nel giro di pochi secondi. C’è chi fa ironia parlando di un “minuto di silenzio per la gente che dava la colpa alla propria connessione Wi-Fi”. C’è persino chi, per chiedere ai propri contatti se funzionasse Whatsapp, glielo ha chiesto… su Whatsapp.

In ogni caso, tali circostanze dovrebbero essere perfette per tornare ad avere un maggiore contatto con la vita di tutti i giorni. Magari privilegiando gli incontri da vicino con fidanzato/a, amici o partner di turno, no? In una società divenuta sempre più virtuale, non sarebbe una cattiva idea.