C’è stato un periodo in cui alcuni siti erano stati “bannati” e altri, messi sotto stretto monitoraggio dalla polizia postale. Ma di quali siti stiamo parlando? Stiamo parlando di numerosi Siti Web adatti solo ed esclusivamente a un pubblico adulto che, negli ultimi tempi, sembra si siano riorganizzati, inserzioni pubblicitarie molto esplicite sempre più aggressive, proposte di incontri con improbabili donne “mature” a portata di “click“, banner aggressivi che per le loro invadenti modalità, di occupare gran parte della pagina, spesso, finiscono per essere involontariamente cliccati attivando servizi in abbonamento e chat di dubbia trasparenza e veridicità.

Ma chi sono i visitatori di questi siti web?

1) Single (68%), 2) Curiosi (20%), 3) Coppie (scambisti), 4) Turisti del sesso (12%); ma oltre ai siti Hard, oggi, ci sono diverse altre “strade” in rete, dov’è possibile contattare, anche in tempo reale, altre donne o altri uomini con il solo scopo di fare del sesso e anche se le donne, solitamente non tradiscono per sesso, (dati di agenzie “alla mano”) sono quelle che tradiscono di più… , concedendosi sessualmente molto più all’amante che al partner “ufficiale“.

Internet ha accorciato le distanze, ha reso possibile cose inimmaginabili fino alla metà degli anni ’90, ha tolto posti di lavoro, ma ne ha sicuramente creati degli altri, qualcuno sostiene che ne abbia creati il doppio di quelli che ha eliminato. La rete, oggi, realizza in tempo reale ogni nostra esigenza (o quasi), ogni nostro desiderio (o quasi), siamo entrati in una consuetudine che ci sottrae a chi ci circonda, conducendo per gran parte della giornata una vita quasi parallela e, in alcuni casi, ancora troppo virtuale, fatta di amici che spesso, nemmeno conosciamo, di gente con cui condividiamo anche quello che mangiamo rischiando di invadere spazi altrui.

Oggi, in rete è possibile avere un’avventura con un perfetto/a  sconosciuto/a  in tempo reale grazie a portali ormai famosissimi, dove, oltre al mercatino dell’usato, all’affitto di case vacanze, alle offerte di lavoro, c’è anche l’angolo dedicato all’amicizia e agli incontri “hot“. E’ possibile conoscere una donna o un uomo nello stesso giorno in cui ci si è scambiati appena due “messaggi“; i pionieri di questa immediatezza sono stati i social, ma il colpo di fulmine diventato il colpo di click, si è in breve tempo esteso a portali di uso quotidiano, con pagine palesemente dedicate anche al sesso.

Tablet e smartphone super tecnologici hanno accelerato questo processo, negli ultimi tempi, queste immagini esplicite accessibili spesso, con un solo click e, anche spesso involontario, sono diventate una minaccia per molti adolescenti, ragazzini che finiscono per acquisire informazioni visive spesso violente e assolutamente non idonee alla loro età.

Il tradimento sembra essere diventata quasi una moda purtroppo, sopratutto tra gli over 30, giovani coppie che dopo appena qualche anno di matrimonio sono già in crisi, il mancato dialogo tra le cause primarie.

I rapporti occasionali sono in crescita, come in crescita è la diffusione dell’HIV (Aids), “boom” delle relazioni extraconiugali, complici di questo “declino sociale” sono: orari di lavoro estremi, intense ore trascorse davanti al PC, dove subentra molto spesso la curiosità e lo svago; uso sconsiderato e convulsivo dei social. Queste, le principali cause che inducono il partner al tradimento, se poi ci mettiamo, anche il fatto che è possibile avere un’avventura di una sola notte con una perfetta sconosciuta… solo con un semplice click (forse due)… beh! E’ arrivato forse, il momento del “default” del sesso on line.