La vicenda della lista +Europa si chiude con un piccolo colpo di scena, la lista di Emma Bonino, Benedetto Della Vedova e dei Radicali sarà presente alle elezioni grazie al Centro democratico di Bruno Tabacci. Il politico centrista è intervenuto alla conferenza stampa organizzata dai radicali per protestare contro le modalità di presentazione delle liste, che rischiavano di escludere la lista +Europa, mettendo a disposizione il simbolo di Centro democratico.

La legge elettorale, infatti, prevede l’obbligo di raccolta delle firme solo per chi non abbia già un gruppo parlamentare nel Parlamento uscente e il raccordo tra +Europa e Cd permette quindi di presentare la lista senza dover trovare 25mila firme autenticate entro il 29 gennaio. Ha spiegato Tabacci: “Sono rimasto molto colpito dalla vicenda della lista +Europa. Ho deciso di mettere a disposizione il simbolo del Centro democratico per recuperare una dimensione di libertà che è fondamentale. Se non ci fosse stata la lista di Emma Bonino saremmo stati tutti più poveri”.

Una disponibilità subito raccolta dalla Bonino: “Questo gesto generoso e autonomo è coerente con lo spirito europeista e consentirà a noi e a voi con noi – +Europa con Emma Bonino – di essere presente alle elezioni del 4 marzo, per offrire questa opzione agli italiani, a parità di condizioni ai blocchi di partenza. Penso sia un servizio grande che hai reso al paese”. Ha concluso la Bonino: “Noi siamo l’unica novità politica di questo passaggio elettorale”. Presto, però, per dire se ci sarà un’alleanza con il Pd: “Questa è una novità delle ultime ore, consentiteci il tempo di respirare, di vedereà “. Tabacci ha aggiunto: “Ci collochiamo nel centrosinistra, per l’apparentamento vedremo”.