Se la memoria non mi inganna l’ultima volta che ho ascoltato un programma radiofonico è stato negli anni ’80, quando tutte le radio interagivano con gli ascoltatori sui temi più significativi di normale quotidianità alternandosi con stacchi di brani musicali che hanno fatto la storia della musica internazionale e nazionale. Stava cambiando il dna del popolo italico nei riguardi di una certa cultura musicale, una cultura che si evolveva anche grazie alla capacità del conduttore di relazionarsi con il pubblico.

Ma tale condizione entusiasmante non è durata, e non penso che sia stato a causa della musica, specialmente se si parla di quella musica. Il classico conduttore radiofonico si è dato molto da fare per accrescere il suo ego più sul palcoscenico della visibilità mediatica, l’essere all’altezza della situazione contemporanea lo ha allontanato dalla grande responsabilità che gli storici conduttori hanno lasciato. Ma ho dovuto fare un bel passo indietro quando ho ascoltato Susanna Vianello e Hermes Greco su RID (Radio Incontro Donna), una mittente romana che il venerdì coinvolge il pubblico con i suoi temi di ordinaria popolarità in modo libero, divertente e mai banale.

Dunque una manna caduta dal cielo – almeno per quanto mi riguarda – anche perché le cose semplici non hanno mai stancato nessuno. Un concetto che Susanna Vianello e Hermes Greco hanno percepito e rinnovato, donando alla professionalità la simpatia e quella demenziale ironia che non guasta mai e che rende un programma di successo. Dare vita alla semplicità di fare spettacolo anche attraverso un network radiofonico interagendo sui social che, in questa era tridimensionale, in fondo in fondo sono lo specchio della modernità permettendoti di assaporare la vera compagnia tra una battuta e l’altra…

Per carità oggi tutte le radio, più o meno, interagiscono con l’ascoltatore attraverso i più moderni mezzi tecnologici, ma la differenza, la firma come si suol dire, la lascia il conduttore. In questo caso i conduttori. E’ l’espressionismo di queste due simpatiche canaglie radiofoniche, che il venerdì dalle 14.00 su RID (Radio Incontro Donna) FM96.8, rimettono in discussione il valore dell’intrattenimento radiofonico che sembrava destinato all’oblio del ricordo. Ma il coinvolgente sorriso della bella Susanna Vianello e lo spirito innato di Hermes Greco danno vita al vintage radiofonico che ti riporta indietro nel tempo con la consapevolezza che il futuro è adesso.