“Se il Pd assume l’iniziativa una legge elettorale si può fare”, trattando su un premio di governo, collegi uninominali e la cancellazione dei capilista bloccati. Lo ha detto il candidato alla segreteria del Pd e ministro della Giustizia, Andrea Orlando al programma ‘Che tempo che fa’. “Una delle ragioni che mi ha convinto a candidarmi è l’aver visto persone che volevano solo andare a votare: di questo ho parlato anche con Prodi. E’ importante anche andare a votare sapendo come scegliere gli eletti, evitare che si debba tornare al voto un’altra volta subito dopo le elezioni ed evitare un altro rischio, quello di dover fare un’alleanza tra centrosinistra e centrodestra. Ecco – conclude – questo non lo possiamo fare”.

“Il Pd da solo non ha i numeri, aspettiamo che ci facciano proposte. Se il M5S ci chiede di sedersi al tavolo e dice “Vi diamo la nostra legge elettorale senza capilista bloccati” noi siamo disponibili… Sarà bellissimo batterli con la loro legge elettorale”. Lo afferma Matteo Renzi nel corso del “#MatteoRisponde” in diretta Facebook. “Lavoreremo fino all’ultimo per una legge maggioritaria sennò voteremo le leggi degli altri”, aggiunge.
“Abbiamo chiesto il Mattarellum e ci hanno detto di no (e a naso credo sia difficile trovare i numeri sul Mattarellum) e la legge proporzionale ci riporta alla Prima Repubblica”, prosegue Renzi invitando gli altri a fare proposte. Se il M5S si fa avanti “siamo pronti a ragionare… o su una proposta di Forza Italia, ma le facciano”, sottolinea ancora l’ex premier che poi si rivolge ai Cinque Stelle: “Dicono “via i capilista bloccati” ma poi non sanno chi gli entra dentro, e finisce come a Genova con Grillo che dice che chi vince non va bene. Noi le preferenze le prendiamo”.