Nella prima parte (che potete ritrovare qui) di questa trilogia di Articoli abbiamo analizzato come il Populismo sia stato solo una conseguenza del Relativismo morale, quello che si è dimostrato il vero problema.
Abbiamo visto come questo tipo di relativismo ci abbia portato a vedere ogni individuo che non riconosciamo parte della nostra sfera più intima, come un avversario che, pur di raggiungere la propria felicità, non si farebbe scrupoli a negarla a noi.
Ci ha portato a vedere la vita come una selvaggia competizione ove solo chi è più amorale, cinico e privo di empatia verso il prossimo prevale.
Si è sviluppato un vero e proprio cannibalismo sociale: uomini divorano altri uomini perché i primi hanno smesso di vedere i secondi come umani, ma, così facendo, hanno smesso loro stessi di esserlo.
Ciò non vuol dire che l’essere umano sia di per sé malvagio, ma si è trovato costretto a sviluppare questo istinto di sopravvivenza, perché obbligato a vivere in una vera e propria giungla sociale, ove prevalgono gl’impulsi e i sensi naturali, anziché la razionalità e l’etica.
Appunto, la società relativistica.
La piramide sociale è divenuta una vera e propria catena alimentare in cui tutti cercano di scalarla semplicemente per ottenere maggiori possibilità di sopravvivenza, consapevoli che gli ultimi saranno sì i primi, ma ad estinguersi.

Ma come si può combattere questa piaga? Come possiamo curare la società e gli uomini da questo male? C’entra forse il Governo? No, il Governo non c’entra; il Governo non è, e non potrà mai essere, né la causa del Male né la sua Soluzione.
Il Relativismo Morale è come un veleno che scorre nel corpo sociale, mentre i cittadini sono le vene che permettono la circolazione del veleno stesso. Allo stesso tempo, le vene, non solo possono far circolare nel corpo sostanze dannose, ma anche sostanze benefiche, compreso l’antidoto al veleno; ma bisogna agire prima che sia troppo tardi!
Perciò, sono gli uomini e le donne di buona volontà, determinati a Lottare per quei Valori Sacri, per i Principi Universali e disposti a prendersi gl’insulti pur di dire la Verità. Verità che molti altri vorrebbero gridare, ma che non hanno il coraggio o la possibilità, perché troppo “insignificanti”, spaventati, o non ancora nati.
Bisogna avere il Coraggio di dire “NO!” anche quando SEMBRA che tutti dicano “sì”; ma fidatevi, ci sono molte più persone dalla vostra parte di quante pensiate.        

Persone comuni che trovano più dignità nel vivere controcorrente in Nome di ciò che non solo è Giusto, ma semplicemente Naturale, Evidente e soprattutto Umano, piuttosto che dare un tacito consenso rinnegando la propria coscienza e correndo dietro a vani piaceri materiali fini a sé stessi, come muli che inseguono una carota legata ad un bastone tenuta in mano dal sadico che gli è in groppa. Il sadico raggiungerà il suo obbiettivo, perché con l’inganno, con la promessa di un piacere che mai soddisferà, costringe il mulo a percorrere il tragitto per lui, ma il mulo, per quanto possa faticare, per quanto possa correre più velocemente, non si sentirà mai appagato.

Percorreremo un tragitto faticoso, non solo con il peso del “sadico”, o dei “sadici”, che approfittano delle nostre fatiche, delle nostre divisioni, delle nostre paure, delle nostre disperazioni e, soprattutto, della nostra ossessiva ricerca di vanità, ma saremo affossati anche dal peso del giudizio, sia della nostra coscienza che dell’opinione pubblica. Opinione che “deve” assolutamente valutare le nostre immagini pubblicate su facebook o su istagram; che “deve” a tutti i costi dare senso ed importanza alla nostra esistenza attraverso “like” e “followers”, e ci danniamo letteralmente l’anima pur di averne una manciata in più, mettendo a nudo persino il nostro corpo, ma mai la nostra coscienza e razionalità, perché verremmo definiti “noiosi”.
Infatti, lo scopo della nostra esistenza si limiterà a far provare un mero piacere ai sensi, ma pur sempre mantenendo gli altri e noi stessi ciechi, sordi e soprattutto muti.
Ognuno di noi deve Risvegliare la propria Coscienza morale, deve ritornare ad avere la Consapevolezza di esseri Umani. Ognuno di noi deve scomodarsi ed aver il Coraggio di dire la Verità in una società di comode menzogne.

Ma non è ancora finita…

Non possiamo nulla contro la Verità, ma solo per Verità. 

Fine seconda parte…