Salerno, 13 Settembre 2017
Convegno nazionale sulla sicurezza e legalità.
Signora Carmen Di Genio, avvocato del Comitato pari opportunità della Corte d’Appello di Salerno.
Ascoltatela https://m.youtube.com/watch?v=kB-3N1WzWVo&feature=youtu.be

“Non possiamo pretendere che un africano sappia che in Italia, sulla spiaggia, non si può violentare una persona, perché lui probabilmente non lo sa nemmeno, non lo sa proprio” ci dice l’avvocato (avvocata per le “boldrini girls”) e tutti i presenti annuiscono, rapiti da cotanta Di Genialata.
Venghino signore e signori, lo zoo è aperto e ricordatevi la regola di non dare noccioline alle scimmie!
L’africano stupra e, se non gli dici che è pratica disdicevole, lo farà. Va educato prima di metterlo a contatto con la donna italica, gli vanno insegnate le regole di buon vicinato. Se deve stuprare, lo facesse nella gabbia… ops, a casa sua.
Vi fa orrore quello che abbiamo scritto? È il succo del discorso tenuto pubblicamente da un avvocato in un convegno nazionale sulla sicurezza. È stata fraintesa dai soliti giornalisti di parte? No, vi abbiamo postato il video perché lo poteste ascoltare.

L’integrazione necessita della condivisione di regole comuni e di reciproco rispetto. È pratica difficile soprattutto quando i modi ed i numeri sono sbagliati, tanto da diventare un problema se non un’emergenza (come ormai tutti hanno dovuto ammettere). Questo clima infuocato diventa terreno di scontro politico, favorendo la dicotomia tra destra e sinistra o presunte tali. Si alzano cori da stadio tra le fazioni ed il buonista accusa il fascista di razzismo, ogni occasione è buona per tirare l’acqua al proprio mulino. Poi, dopo le parole della Di Genio, le intellighenzie mancine che firmano appelli per lo ius soli, che fanno i cortei col cilicio per l’accoglienza, che si dolgono per non poterli abbracciare tutti, stranamente tacciono.

Nessun Saviano dall’attico di New York si indigna, nessuna signora “non mi occupo di cronaca” parla, nessun avvocato ex sindaco della Milano bene obietta. La scimmietta africana dall’istinto irrefrenabile può essere educata basta che tu, uomo bianco, non punti il dito verso una povera Jebreal (riferimento a #Piazzapulita voluto).
Se il Geniale discorso fosse stato pronunciato da un qualsiasi politico di area destrorsa in preda ai fumi dell’alcool, si sarebbe levata in coro tutta la sinistra richiamando in soccorso anche la fanteria a cavallo e chiedendo la lapidazione del suddetto. Forse anche giustamente, diremmo. Bene, perché tacciono? Non può essergli sfuggito, loro notano e annotano tutto. Condividono forse? Oppure, meglio non occuparsi di ciò che non apporta guadagno all’immagine? È la doppia morale della sinistra, che ama lo zoo ma non porta le noccioline.

CONDIVIDI
Articolo precedenteNoli: la Resistenza mai finita
Prossimo articoloL’Italia è mediocre
mm

(Writer) Per vivere, costruisco sorrisi in laboratorio.
Per sentirmi viva, sorrido sarcasticamente della politica attuale scrivendoci delle riflessioni