Il Napoli perde e lo Shakhtar vince: svanisce il sogno Champions. I partenopei perdono 2-1 con il Feyenoord e dicono addio alla Champions League. Nell’ultima partita della fase a gironi del gruppo F, infatti, sono gli ucraini dello Shakhtar Donetsk a conquistare la qualificazione agli ottavi grazie alla vittoria sul Manchester City con un altro 2-1.

E pensare che si era messa subito bene per la squadra di Sarri, in vantaggio dopo appena 2 minuti con Zielinski che, con un destro da distanza ravvicinata, insacca la rete dell’1-0. Al 33esimo pareggiano però i padroni di casa con Jorgensen, che di testa batte Reina su cross perfetto di Berghuis. Poi, in pieno recupero (al 91esimo), la rete della vittoria per il Feyenoord segnata da Juste.

SHAKHTAR – Sull’altro campo lo Shakhtar si giocava tutto in casa contro il Manchester City, già matematicamente qualificato agli ottavi di febbraio. Agli ucraini bastava una vittoria o un pareggio per passare il turno. E vittoria è stata: 2-1.

Primo gol segnato dal numero 10 dello Shakhtar, Bernard, che al 26esimo entra in area e libera un destro a giro sul secondo palo. Passano appena 6 minuti e, su assist di Marlos, Ismaily fa il 2-0. Per gli inglesi, in gol Aguero al 92esimo.

CLASSIFICA – In classifica il Napoli resta a 6 punti con lo Shakhtar Donetsk che si porta a 12, tre lunghezze sotto il Manchester City di Pep Guardiola a 15. Chiude, fanalino di coda, il Feyenoord con 3 punti.